Bilanci: un 2009 buono, ma inferiore al 2008

Tutto sommato il 2009 non è stato così tragico come sembrava. Una lieve flessione rispetto al 2008, alcune case però hanno sofferto molto

Bilanci: un 2009 buono, ma inferiore al 2008

di Redazione

07 gennaio 2010

Tutto sommato il 2009 non è stato così tragico come sembrava. Una lieve flessione rispetto al 2008, alcune case però hanno sofferto molto

Dopo i consueti festeggiamenti, anche il 2009 ci ha salutato. Come di consueto si tirano un po’ di somme e si fa qualche bilancio per valutare l’andamento dei 12 mesi appena trascorsi. Vale più o meno per tutti, mondo dell’auto compreso che, nel 2009, si chiude con 2.158.010 nuove auto immatricolate.

Nel 2008 non è andata molto meglio (2.161.682 nuove vetture), ma quel tanto che basta per marcare il 2009 con questa lieve flessione dello 0,17% rispetto all’anno scorso. Leggendo i dati relativi al singolo mese di dicembre invece il trend registrato è positivo: un discreto + 16,73%, a fronte di 165.428 vetture immatricolate nell’ultimo mese del 2009 e di 141.715 registrate invece nel 2008.[!BANNER]

Andando poi a curiosare fra i dati comunicati dalle Case automobilistiche alcune si evidenziano come particolarmente virtuose (Hyundai segna un +90,95%, 2009 vs. 2008) altre invece fortemente penalizzate (Mitsubishi -54,37% sempre confrontando il periodo di 12 mesi). La nostra Fiat chiude con un mese di dicembre più generoso rispetto a quello precedente: 41.115 contro 34.479, con un delta positivo del 19,25% nel mese e dell’1,27% sull’anno intero.

In generale, a caratterizzare l’andamento di questo 2009 ci sono stati indubbiamente gli eco-incentivi statali che, soprattutto nella seconda parte dell’anno, hanno influenzato positivamente le decisioni di acquisto degli automobilisti italiani e manifestato il loro effetto salvifico su tutto il mercato delle vetture. Attualmente, il vociferare sul fatto che gli eco bonus vengano prolungati anche per il 2010, andando a premiare in maniera più consistente chi si rivolge alle auto ecologiche (metano, gpl, Euro 5), fa dunque sperare che anche per l’anno nuovo si continui a registrare un trend positivo di immatricolazioni.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha oggi reso noto questi dati, contestualmente a quelli sui trasferimenti di proprietà che, a dicembre scorso, si sono attestati a 397.887 unità contro le 391.015 (+1,76%) dell’ultimo mese dell’anno che l’ha preceduto.