Volvo ancora più vicina alla Cina

Un accordo è stato sottoscritto tra Ford e l’asiatica Zhejiang Geely Holding Group Company per Volvo. Transazione da 2 miliardi di dollari

Volvo ancora più vicina alla Cina

di Andrea Barbieri Carones

24 dicembre 2009

Un accordo è stato sottoscritto tra Ford e l’asiatica Zhejiang Geely Holding Group Company per Volvo. Transazione da 2 miliardi di dollari

Dall’Europa all’America fino all’Asia: il destino di Volvo sembra viaggiare per questi 3 continenti, in seguito alla notizia secondo cui Zhejiang Geely Holding Group Company avrebbe sottoscritto un accordo preliminare con Ford per l’acquisizione della casa svedese e per il trasferimento a Oriente della produzione, del know how e anche della struttura manageriale.

Una notizia bomba, dunque, che toglierebbe al Paese scandinavo un altro marchio automobilistico di successo dopo Saab, che pare però avviato alla chiusura. La firma definitiva dell’accordo, del valore di 2 miliardi di dollari, dovrebbe essere siglata nel primo trimestre del 2010. Dal punto di vista economico, Geely finanzierà la transazione con denaro contante, prestiti bancari e fondi provenienti da una ristretta cerchia di piccoli investitori tra cui uno di proprietà statale. Nonostante le perdite accumulate da Volvo negli ultimi 12 mesi, l’accordo sembra buono per la casa cinese dato che Ford aveva speso più di 6 miliardi di dollari nel 1999 per portare in America il marchio scandinavo.[!BANNER]

Anche se Volvo non ha rilasciato dichiarazioni in merito, l’affare sembra concluso nonostante due ex top manager di Ford (Michael Dingman a Shamel Rushwin) si fossero messi alla testa di una potenziale cordata rivale che comprendeva la partecipazione di investitori svedesi.

L’internazionalizzazione di Ford sembra dunque giunta al capolinea, dopo la vendita di Aston Martin nel 2007 e di Jaguar e Land Rover nel 2008 per un totale di 2,3 miliardi di dollari.