Chery si fa in quattro

La Casa cinese, già partner di Fiat e DR, annuncia la nascita di tre sottomarchi per sfondare sul mercato globale

Chery si fa in quattro

di Redazione

21 febbraio 2009

La Casa cinese, già partner di Fiat e DR, annuncia la nascita di tre sottomarchi per sfondare sul mercato globale

.

Pensa ad  una nuova strategia di mercato la Chery Automobiles, la Casa automobilistica cinese già fornitrice di componenti della DR e in joint-venture con Fiat che dal 2006 fornisce agli orientali motori benzina 1.6 e 1.8 litri.

Chery sta infatti pensando di lanciare sul mercato, dal prossimo aprile, quattro sottomarchi differenziandoli per target di clientela e fascia di mercato. I segmenti di riferimento saranno quattro: veicoli commerciali, auto premium, utilitarie e medie ed anche minicar.

Il marchio “premium”, di cui ancora non si conosce il nome, sarà orientato alla produzione di berline di grande taglia, mentre i veicoli commerciali prodotti con il marchio Karry saranno furgoni e piccoli bus superiori ai sette posti. Tra i miniveicoli ci sarà spazio anche per i minivan.

Il marchio principale rimarrà Chery, che si occuperà di produrre e commercializzare le vetture in una fascia di mercato intermedia.

La strategia che il costruttore cinese sta mettendo in piedi prevede che entro il 2009 vengano lanciati sul mercato quindici tra nuovi modelli e restyling di vetture attualmente in catalogo.

E’ stato annunciato, infatti, che al prossimo Salone di Shanghai previsto per aprile, verranno presentate diciannove nuove vetture, molte delle quali vedranno la luce entro l’anno. L’obiettivo per Chery Automobiles è di vendere 260.000 vetture in Cina e di esportarne almeno 150.000.