Daimler trova un accordo coi sindacati

Saranno preservati i 37.000 posti di lavoro messi in pericolo dal trasferimento in Alabama di buona parte della produzione della Classe C

La dirigenza Daimler ha raggiunto un accordo con i sindacati per preservare 37.000 posti di lavoro presso lo stabilimento Mercedes a Sindelfinger, in Germania. L'intesa, che ha validità fino al 2020, mette fine a una situazione di incertezza nata in seguito alla decisione dell'azienda di trasferire negli Stati Uniti parte della produzione.

Niente licenziamenti di massa, dunque, per questo che è il secondo più grande marchio di auto di lusso e che il 2 dicembre scorso aveva annunciato di voler assemblare gran parte della Classe C in Alabama, dopo più di 25 anni del Baden-Wuerttemberg.

I piani discussi coni rappresentanti dei lavoratori prevedono comunque che Daimler trasferisca a Sindelfingen la produzione di sedili e di componenti leggere del telaio, oltre alla costruzione della Classe SL roadster dallo stabilimento di Brema, nel nord della Germania, in modo da occupare 2.700 dipendenti. Sarà favorito anche il prepensionamento di molte maestranze e, dal 2015, si favorirà l'impiego part time dei lavoratori più anziani. L'azienda, inoltre, continuerà a offrire delle "buonuscite" per limitare il numero delle persone che saranno colpite dalla nuova politica aziendale, che produrrà i suoi effetti dal 2014 e che è volta a tagliare i costi e a ridurre gli effetti della variazione del tasso di cambio euro-dollaro.

Nel frattempo, buone notizie arrivano dai dati di vendita, che a livello mondiale - per la divisione auto - sono salite del 16% rispetto allo stesso periodo del 2008, toccando quota 98.400. In particolare, il brand Mercedes Benz è balzato a +19% mentre quello delle piccole Smart è sceso del 3,8. Buoni i dati relativi alla Classe C, che hanno chiuso il mese scorso con un +5,2% pari a 18.200 auto vendute.

La situazione, comunque, resta tesa nonostante questo accordo che segue una serie di agitazioni tenutesi a Sindelfingen nel corso della settimana passata e presso il quartier generale di Stoccarda. Secondo gli ultimi progetti, Daimler intende assumere più di 1.000 operai per il suo plant d'oltreoceano. La Classe C continuerà comunque a essere assemblata anche negli stabilimenti situati a Brema, a Pechino, a Londra e in Sud Africa.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 10 dicembre 2009

Altro su Mercedes-Benz

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada
Prove su strada

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

La grande berlina tedesca è migliorata in tutto, con uno stile meno "ingessato" dell’ultima generazione, con tecnologie di livello e un motore diesel vero "cuore" di gamma.

Mercedes-AMG: hypercar ibrida da 1.000 CV
Anteprime

Mercedes-AMG: hypercar ibrida da 1.000 CV

Sfiderà la vettura figlia del progetto tra Red Bull ed Aston Martin

Mercedes S650 Cabriolet Maybach: lusso e potenza con il vento tra i capelli
Anteprime

Mercedes S650 Cabriolet Maybach: lusso e potenza con il vento tra i capelli

La Casa della Stella a tre punte svela quella che sarà la cabriolet più lussuosa e opulenta del mercato.