Serve incentivare anche l’usato

Flessione dell’usato del 14% in ottobre. Carnext: “Lo Stato preveda un bonus per le vetture di seconda mano”

Serve incentivare anche l'usato

di Lorenzo Stracquadanio

16 novembre 2009

Flessione dell’usato del 14% in ottobre. Carnext: “Lo Stato preveda un bonus per le vetture di seconda mano”

Ottobre deludente per il mercato dell’usato. Il mese scorso i trasferimenti di proprietà sono stati complessivamente 411.910 contro 476.371 dello stesso mese del 2008, in flessione del 13,53%. Una diminuzione superiore rispetto a quella registrata nel periodo gennaio-ottobre attestatasi a -12,64%.

A diffondere questi dati è CarNext, azienda specializzata nella vendita di auto usate provenienti dalla flotta di noleggio a lungo termine di LeasePlan Italia. Il mercato dell’usato quindi si muove in controtendenza rispetto a quello del nuovo che vive, al contrario, un momento positivo grazie all’introduzione degli eco-incentivi che hanno rilanciato la domanda nel settore automobilistico.

Gli incentivi alla rottamazione, però, se da un lato stanno sostenendo il mercato del nuovo, dall’altro stanno inevitabilmente affossando il segmento dell’usato (in agosto la flessione è stata dell’11,7%. A questo proposito Franco Oltolini, direttore di CarNext ritiene che lo Stato, nel rinnovare gli incentivi attualmente in vigore, dovrebbe prevedere un bonus anche per chi acquista un usato Euro 3 o Euro 4 e rottama un usato euro 0, 1 o 2.

Un incentivo di questo tipo – spiega Oltolini – viene riconosciuto dalla nostra società ai nostri clienti sotto forma di uno sconto che copre il costo del trasferimento di proprietà che, come è noto, non è certo irrilevante”.