I piani di Fiat per il futuro Chrysler

23.000 prepensionamenti con buone uscite tra 50.000 e 75.000 dollari lordi. Mercoledì prossimo Marchionne ufficializzerà i piani del gruppo

Il rilancio del marchio americano Chrysler, secondo i piani Fiat, inizia con un prepensionamento di 23.000 dipendenti. La notizia sarà ufficializzata il prossimo 4 novembre dall'AD Sergio Marchionne e dai responsabili dei marchi del gruppo. In questa data saranno inoltre ufficializzate le condizioni economiche di Chrysler e svelati i modelli che daranno nuova linfa alla casa americana. Per i dipendenti più giovani, quelli con almeno un anno di anzianità aziendale, sarà prevista una buonauscta di 75.000 dollari lordi più un buono auto da 25.000 dollari.

Ma non è finita qui, perché questi ultimi dipendenti potranno beneficiare di una copertiura sanitaria per 6 mesi, dentista escluso, con l'opzione di poter acquistare ulteriori 6/18 mesi di assicurazione medica. Per chi ha età compresa tra 55 e 59 anni, per i quali la somma tra età anagrafica e aziendale raggiunga quota minima 85 e per i dipendenti con età superiore a 60 anni da 10 anni in azienda, saranno offerti 50.000 dollari lordi di buona uscita più 25.000 dollari di buono auto e i contributi pensionistici maturati. Chi vorrà usufruire di queste condizioni, è previsto che dovrà aderire entro il prossimo 13 novembre.Specifici piani di uscita poi sono previsti per i dipendenti degli impianti chiusi per bancarotta.

Se vuoi aggiornamenti su I PIANI DI FIAT PER IL FUTURO CHRYSLER inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Mercato Europa: a gennaio +10,1%, bene FCA

Mercato Europa: a gennaio +10,1%, bene FCA

Il mercato auto europeo inizia molto bene il 2017, portando una crescita a due zeri alla maggior parte dei Gruppi automobilistici.

Psa interessata all

Psa interessata all'acquisizione di Opel?

Il Gruppo francese (Peugeot, DS, Citroen) potrebbe trattare con General Motors per rilevare Opel.

Alfa Romeo Giulia Sportwagon: cancellata la produzione

Alfa Romeo Giulia Sportwagon: cancellata la produzione

I dirigenti Alfa hanno bocciato la Giulia Sportwagon, che quindi non arriverà mai sul mercato. Il marchio punta sul nuovo SUV Stelvio.