Mercato auto Europa: agosto 2016 torna in positivo

Dopo il momentaneo "impasse" di luglio, il settore nuove immatricolazioni europee cresce nuovamente: agosto si conclude con un promettente +9,5%.

Il comparto automotive torna con il segno "più". Lo indicano (dati Acea) le cifre di agosto 2016, che relativamente ai Paesi UE ed Efta hanno fatto registrare un monte - immatricolazioni di 855.466 unità, corrispondenti a un +9,5% rispetto allo stesso mese del 2015.

Si tratta, considerato il normale "stallo" dei mesi estivi, di un buon risultato, tanto che la notizia del leggero calo evidenziato a luglio (-1,4%: il primo segnale negativo dopo 34 mesi consecutivi di crescita) era stata accolta con relativa preoccupazione. Il lieve decremento di due mesi fa e, appunto, la crescita riscontrata ad agosto portano il totale delle immatricolazioni UE - Efta, per i primi otto mesi 2016, a quota 10.110.731, il che - in termini percentuali - significa un +7,8% in confronto allo stesso periodo del 2015.

Riguardo all'andamento dei singoli mercati, il dato più significativo, in termini di crescita, arriva dall'Italia: da noi, agosto 2016 si è concluso con 71.576 nuove immatricolazioni, pari al 20,1% in più rispetto ad agosto 2015 (nel computo dei primi otto mesi 2016, il mercato italiano ha fatto segnare un ottimo +17,4%, con 1.251.806 immatricolazioni). La performance italiana è risultata la migliore fra i principali mercati UE: al secondo posto c'è la Spagna (64.089 consegne ad agosto e +14,6%), seguita da Germania (245.076 consegne e +8,3%), Francia (98.211, +6,7%) e Gran Bretagna (81.640, +3,3%).

Fin qui, i dati "generali". Se si prende in esame il computo di agosto 2016 relativamente ai risultati ottenuti dalle singole Case auto, è da rilevare l'aumento della quota di mercato ottenuto da Fca - Fiat Chrysler Automobiles, che globalmente è passata dal 5,1% al 5,6% in virtù di un totale di 47.925 nuove immatricolazioni, che percentualmente si traducono in una crescita del 20,4% su agosto 2015. Nel dettaglio, i marchi Fca hanno fatto registrare +29,7% per Jeep (6.313 consegne), +21,1% per Fiat (35.089), +17,3% per Alfa Romeo (3.320); unico "segno meno" da parte di Lancia - Chrysler, che conclude agosto a -11,1% con 2.551 nuove unità consegnate.

In crescita anche Renault, che fa segnare un nuovo mese all'insegna dell'andamento positivo: la Marque à Losanges ha consegnato 79.922 autoveicoli (+14,6% su agosto 2015), in gran parte dovute all'ottimo gradimento per Dacia (+39% con 27.855 unità, laddove Renault ha totalizzato 52.067 consegne, per un aumento del 4,8%). La quota di mercato per il Gruppo Renault è cresciuta dall'8,9% al 9,3%.

Il "colosso Volkswagen", a fronte di un +6,3% nelle immatricolazioni (222.739 unità; nel dettaglio, le immatricolazioni per VW sono state 106.846, con un aumento del 5%; Audi ha totalizzato 47.283 unità, concludendo agosto a +6,8%; Skoda, con 41.797 consegne, fa registrare +2,9%; Seat ha consegnato 22.216 vetture, vale a dire il 18,3% in più su agosto 2015; Porsche, con 4.299 unità, è al +10,3%) ha comunque perso quote di mercato: dal 26,8% al 26%.

Per il Gruppo Daimler - Benz, la parte del leone va ascritta a Mercedes, che ad agosto ha totalizzato 53.129 consegne, per un aumento del 19,4%; Smart, con 4.801 consegne, ha al contrario segnato il passo: -2,2%. Complessivamente, la quota di mercato per Daimler è cresciuta dal 6,3% al 6,8%.

Restando sulla produzione tedesca, Bmw esibisce un consuntivo simile a quello fatto registrare da Vag - Volkswagen Audi: il marchio Bmw, con 46.788 immatricolazioni, è cresciuto del 3,8% rispetto ad agosto 2015, e Mini, con 10.565 unità, ha fatto segnare un +22,9%. Ciò nonostante, il Gruppo Bmw, che complessivamente ha immatricolato 46.788 vetture (+3,8%), è leggermente calato nelle quote di mercato: dal 6,9% al 6,7%.

Anche Ford ha fatto segnare il segno "più": l'agosto dell'Ovale Blu si è infatti concluso in crescita del 7,1% (55.317 le unità immatricolate), tuttavia vede diminuire la quota di mercato, seppure in maniera molto legera: dal 6,6% al 6,5%.

Diminuzione della quota di mercato anche per Opel, che ad agosto ha fatto registrare 55.420 nuove immatricolazioni e un aumento del 5,2% sullo stesso mese del 2015, tuttavia ha diminuito la propria incidenza dal 6,7% al 6,5%.

Per Psa, agosto 2016 si è concluso con un +2,8% (76.487 le vetture immatricolate), e una lieve diminuzione delle quote di mercato: dal 9,5% all'8,9%. Nel dettaglio, Peugeot registra +6,3% (44.896 unità), mentre Citroen e DS sono in calo: rispettivamente 28.954 auto e -0,4%; e 2.637 unità e -15,1%.

Lieve aumento dell'incidenza sui mercati (dallo 0,9% all'1,1%) per Jaguar Land Rover, che grazie a 8.824 immatricolazioni conclude agosto in aumento del 22,4% sullo stesso mese dell'ano precedente. Molto bene Jaguar, che ha consegnato 3.283 vetture e fa registrare +41,8%; anche Land Rover è "in positivo": 5.541 nuove immatricolazioni e +13,3%.

L'unica Casa auto svedese rimasta, cioè Volvo, ad agosto 2015 ha segnato il passo: le 11.253 unità consegnate indicano un calo del 15,7%. Contestualmente, perde terreno anche sul fronte delle quote di mercato: dall'1,7% all'1,3%.

Per concludere la panoramica del consuntivo UE ed Efta di agosto 2016 nel comparto auto, ecco l'andamento dei marchi orientali. Toyota si conferma leader, con 40.126 unità consegnate (crescita della propria quota di mercato dal 4,4% al 4,7%) e un aumento del 17,8%. Kia, ad agosto, ha consegnato 26.787 unità, con un aumento del 16,3% e una crescita delle personali quote di mercato dal 2,9% al 3,1%. Honda, con 8.306 vetture, aumenta ad agosto del 26,3% sullo stesso mese 2015 e prende terreno nelle quote di mercato (dallo 0,8% all'1%). Hyundai e Suzuki, rispettivamente con 30.827 vetture e +10,2%, e 13.117 unità e +13,8%, mantengono stabili le proprie quote di mercato: 3,6% e 1,5%. Nissan, con 25.456 vetture ad agosto 2016 e un aumento dell'1,3%, perde leggermente nelle quote di mercato (dal 3,3% al 3%); discorso analogo per Mazda, che conclude agosto con 14.922 unità e +1,4%, ma scende nella quota di mercato (dall'1,9% all'1,7%); e per Mitsubishi, che - in massima parte a causa della vicenda dei consumi "esplosa" in Giappone - ad agosto ha fatto registrare un calo nelle consegne (7.033 unità, pari al 7,1% in meno) e nella personale quota di mercato, scesa dall'1% allo 0,8%.

Se vuoi aggiornamenti su MERCATO AUTO EUROPA: AGOSTO 2016 TORNA IN POSITIVO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 15 settembre 2016

Vedi anche

Smart: 2 milioni di esemplari prodotti

Smart: 2 milioni di esemplari prodotti

La city car tedesca aumenta le vendite del 20,8% nel mese di agosto 2016

FCA: Exor si trasferisce ufficialmente in Olanda

FCA: Exor si trasferisce ufficialmente in Olanda

John Elkann ha comunicato ufficialmente il trasferimento di Exor dall’Italia all’Olanda.

Fiat Punto verso la fine produzione: ci sarà un

Fiat Punto verso la fine produzione: ci sarà un'erede?

La Fiat punto si accinge ad andare in pensione e al suo posto potrebbe arrivare la 500 Plus.