Lamborghini: nel primo semestre record di consegne

Il marchio di Sant'Agata Bolognese chiude i primi sei mesi con 2.013 vetture consegnate in tutto il mondo. Gli obiettivi strategici per il futuro.

Lamborghini Huracan LP 610-4 MY 2016: immagini ufficiali

Altre foto »

Lamborghini da record. Non si tratta di un nuovo eventuale primato su strada raggiunto dalle performanti Gt di Sant'Agata Bolognese, quanto di un importante traguardo operativo per Lamborghini, che ha concluso i primi sei mesi del 2016 con un monte - consegne di 2.013 unità a livello mondiale: il riferimento va alle aree geografiche nelle quali Lamborghini è presente, ovvero Emea, nord America e Asia - Pacifico, in un network commerciale che si articola su 135 showroom distribuiti in 50 Paesi, cinque dei quali (Usa, Cina, Giappone, Gran Bretagna e Germania) vengono considerati di primaria importanza dai vertici Lamborghini.

Per il marchio attualmente nell'orbita del Gruppo Vag - Volkswagen Audi è un risultato storico: mai, prima di adesso, Lamborghini aveva archiviato il primo semestre di un anno con un simile consuntivo.

In termini percentuali, il primo semestre dell'anno ha portato a Sant'Agata Bolognese un aumento del 6,9% sullo stesso periodo del 2015. Ed è da notare, dati alla mano, che una buona fetta del positivo riscontro semestrale va ascritta all'ottimo gradimento fatto segnare dai nuovi modelli usciti dalle mani dei tecnici Lamborghini: modelli che a loro volta hanno pure contribuito alla consegna di 416 vetture registrata a giugno.

Lo stesso amministratore delegato Lamborghini, Stefano Domenicali, indica che "Le nuove versioni della gamma Huracàn hanno aiutato l'azienda ad ottenere questo risultato". Il riferimento, è chiaro, va al debutto delle declinazioni Spyder e delle versioni a trazione posteriore della "piccola" V10 Huracàn (autentica bestseller per Lamborghini: nei primi sei mesi di quest'anno è stata venduta globalmente in 1.370 unità, ed è da notare che nell'arco di due anni Huracàn ha fatto segnare un +87% nelle vendite in confronto alla precedente Gallardo sullo stesso periodo), oltre che al succcesso ottenuto da Aventador, che ha concluso il primo semestre 2016 a quota 643 esemplari venduti.

Anche nel caso della Aventador, il successo è clamoroso se lo si mette a confronto con i modelli che hanno preceduto l'attuale supercar di Sant'Agata Bolognese: i volumi di vendita di Aventador nei primi 58 mesi di permanenza della vettura in listino indicano un +127% rispetto alla Murciélago.

Per Lamborghini si prospetta dunque un nuovo anno da record, peraltro importante dal punto di vista storico perché coincide con i 50 anni dal lancio della iconica Miura, il primo modello - simbolo per Lamborghini? Le cifre sembrano orientate verso questa ipotesi, se si tiene conto che i dati di crescita vengono messi a confronto con un'annata da primato, cioè il 2015, che per il marchio attualmente guidato da Stefano Domenicali (di recente nominato amministratore delegato in sostituzione di Stephan Winkelmann che è passato a dirigere Quattro, ovvero la Divisione sportiva di Audi) aveva fatto registrare un totale di 3.245 unità consegnate.

Attualmente, oltre al recentissimo lancio di alcune serie speciali ("Centenario" Coupé e Spider, Huracàn Avio e Aventador Miura Homage), gli obiettivi dei vertici di Sant'Agata Bolognese sono concentrati su un doppio delicato traguardo: il consolidamento del successo globale per i modelli in listino, e l'arrivo della Suv, che debutterà nel 2018 sulla scorta dell'expertise maturato negli ambienti di Sant'Agata dopo la presentazione della concept Urus al Salone di Pechino 2012 e sarà distribuito in tutto il mondo.

Un obiettivo ambizioso, che arricchirà i recenti traguardi tecnologici (su tutti: l'inaugurazione del nuovo centro di ricerca di Seattle interamente rivolto alle nuove tecniche di lavorazione del carbonio) e che viene portato avanti in parallelo ai lavori di ultimazione dello stabilimento emiliano che, come indicato dallo stesso Domenicali, "Dovrebbe raddoppiare la capacità produttiva per Lamborghini".

 

Se vuoi aggiornamenti su LAMBORGHINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 07 luglio 2016

Altro su Lamborghini

Lamborghini Huracan: tuning by Novitec
Tuning

Lamborghini Huracan: tuning by Novitec

Con il nuovo kit firmato Novitec, la Lamborghini Huracan guadagna la trazione posteriore al posto dell’integrale e sfodera ben 840 CV.

Lamborghini Centenario Roadster: presentata a Monterey
Anteprime

Lamborghini Centenario Roadster: presentata a Monterey

20 esemplari a 2 milioni di Euro l'uno. La novità? Sono già stati tutti venduti.

Lamborghini Aventador Superveloce by Novitec Torado
Tuning

Lamborghini Aventador Superveloce by Novitec Torado

La supercar italiana ha visto aumentare la sua presenza scenica e la sua potenza grazie al kit di preparazione firmato Lamborghini Aventador