Ford: richiamate 850.000 auto in Nord America

I modelli Ford C-Max, Fusion, Fuga e Lincoln MKZ potrebbero essere a rischio di corto circuito, a causa di un difetto all'impianto elettrico.

Ford C-Max Model Year 2012

Altre foto »

Brutte notizie in arrivo dalla Ford: la Casa dell'Ovale blu ha effettuato un maxi richiamo in Nord America relativo a ben 850.000 esemplari. Secondo la nota ufficiale diramata dal Costruttore, le vetture interessate dal richiamo potrebbero essere a rischio di corto circuito, a causa di un difetto di fabbrica all'impianto elettrico.

Il problema si riferisce quindi a possibili difetti nelle unità di controllo dei modelli C-Max, Fusion, Fuga e Lincoln MKZ costruite tra gli anni 2013 e 2014 e vendute in Messico, Canada e Stati Uniti.

L'eventuale corto circuito potrebbe interessare diversi sistemi elettronici presenti sulle vetture, compresi gli Airbag e le cinture di sicurezza che in caso di incidente potrebbero non funzionare correttamente, aumentando così il rischio di ferimenti.

Per fortuna - secondo quanto dichiarato da Ford - fino ad oggi non si sarebbero riscontrati incidenti a causa di questo problema. Questa richiamo si aggiunge  a quello effettuato lo scorso mese di maggio, quando furono richiamati ben 1,4 milioni di veicoli firmati Ford, a causa di possibili problemi al servosterzo.

 

 

Se vuoi aggiornamenti su FORD inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 29 settembre 2014

Altro su Ford

Ford Mustang MY 2017: ancora più cattiva
Anteprime

Ford Mustang MY 2017: ancora più cattiva

In occasione del Model Year 2017 esce di scena il 3.7 V6 in vendita negli USA

Ford F-150 2017, debutto al Salone di Detroit
Anteprime

Ford F-150 2017, debutto al Salone di Detroit

Ford sceglie l'edizione 2017 del Naias per presentare il nuovo pick-up. Tra le novità l'introduzione della motorizzazione turbodiesel 3.0 litri V6.

Ford: nel 2020 la Mustang sarà anche ibrida
Anteprime

Ford: nel 2020 la Mustang sarà anche ibrida

Rivoluzione eco friendly confermata per Ford, che al CES di Las Vegas ribadisce il maxi programma di sviluppo di nuovi modelli elettrici e ibridi.