Mercato auto: segnali positivi in Europa, meno in Italia

Il mercato europeo dell’auto continua a crescere anche nei mesi estivi, mentre quello italiano stenta a mantenere lo stesso ritmo.

Il mercato europeo dell'auto sembra finalmente aver imboccato la strada giusta: secondo i dati diffusi dall'Acea (l'associazione dei costruttori europei) le immatricolazioni di auto (Ue28 + Efta) hanno registrato una crescita nel mese di luglio del 5,8% (pari a 1.081.686 unità) e nel mese di agosto del l'1,8% (701.118 unità). Questi dati confermano la crescita duratura che ha caratterizzato i primi 8 mesi dell'anno 2014, grazie ad una crescita delle immatricolazioni del 6,1% a 7,9 milioni a luglio e del 5,8% a 8,6 milioni di veicoli ad agosto.

L'Italia cresce meno rispetto all'Europa

Purtroppo, il mercato dell'auto italiano si posiziona come fanalino di coda nei confronti dell'Europa, considerando che nei primi 8 mesi di quest'anno è cresciuto solo del 3,5%, ovvero il 39,6% in meno della media del Vecchio continente. Secondo Federauto, questo risultato è frutto di una cattiva politica effettuata dagli ultimi governi in Italia. Nonostante il settore automotive pesi per ben il 12% sul PIL italiano, occupando 1.200.000 persone, non sono state adottate misure sufficienti per sostenere questo comparto industriale - come ad esempio qualche sorta d'incentivo - anzi, secondo l'associazione italiana abbiamo assistito ad un aumento esponenziale della tassazione. Negli ultimi anni, infatti, il settore automotive italiano ha dovuto subire una serie di rincari riguardanti le accise dei carburanti, l'aumento della tassa di possesso, dei pedaggi autostradali, dell'IVA, dei passaggi di proprietà e molto altro ancora.

Fiat: male ad agosto

Il Gruppo Fiat Chrysler Automobiles mostra invece dei risultati alterni nei mesi estivi, con vendite aumentate nel mese di luglio del 3,2% (circa 65 mila immatricolazioni) e una quota al 6% rispetto al 6,1% del 2013. Al contrario, nel mese di agosto la Casa del Lingotto ha subito un brusco arresto con un calo del 2,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una quota del 5% rispetto al 5,2% dell'agosto 2013. Nei primi otto mesi di quest'anno, il Gruppo FCA ha registrato 519 mila immatricolazioni, ovvero +2,1% in più in confronto all'anno scorso (quota 6%).

Analizzando i singoli brand del Gruppo italoamericano, scopriamo che Jeep continua la sua scalata nelle vendite con un + 48,1% a luglio e un +45,2% in agosto. Tra le singole auto del gruppo, la Fiat 500 e la Fiat Panda si sono confermate le vetture più vendute del segmento, così come la Fiat 500L che è risultata l'auto più venduta del suo segmento sia per quanto riguarda il mese di luglio che in quello di agosto.

Se vuoi aggiornamenti su MERCATO AUTO: SEGNALI POSITIVI IN EUROPA, MENO IN ITALIA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 17 settembre 2014

Vedi anche

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Ad Oxford si celebra la Mini 3.000.000: è una Clubman John Cooper Works; dal 2001, la capacità produttiva è salita a 1.000 unità al giorno.

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

La Giulia tra le 7 finaliste del prestigioso concorso.

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Il Gruppo FCA ha annunciato 1.800 nuovi posti di lavoro nello stabilimento di Cassino per la produzione della Stelvio.