Mercato auto: in 5 anni persi oltre 25 miliardi di euro

Il mercato dell’auto italiano è ancora in difficoltà nonostante qualche segnale di ripresa. Bene invece i noleggi.

Mercato auto: in 5 anni persi oltre 25 miliardi di euro

di Giuseppe Cutrone

22 maggio 2014

Il mercato dell’auto italiano è ancora in difficoltà nonostante qualche segnale di ripresa. Bene invece i noleggi.

Nonostante la ripresa registrata per diversi mesi consecutivi, il mercato dell’auto in Italia rimane molto debole rispetto ai numeri di un tempo e la conferma arriva dai dati resi noti all’Automotive Dealer Day di Verona. 

Le statistiche degli ultimi cinque anni indicano un calo delle immatricolazioni pari al 39,6%, con fatturato di 23,6 miliardi di euro e una perdita in valore che ammonta a 11 miliardi. Nel 2009 erano invece 2,16 milioni le auto nuove che trovavano un proprietario, per un giro d’affari che arrivava a 34,8 miliardi di euro. 

I dati elaborati dal Centro Studi Fleet&Mobility sono stati comunicati da Pier Luigi del Viscovo, professore di Sistemi di distribuzione alla Luiss Guido Carli. Viscovo ha illustrato la situazione al pubblico dicendo: “Nel complesso, su base 2009 sono andati persi nei successivi 4 anni oltre 25mld di euro che vale una perdita del 32,14%. Ancora peggio è andata al comparto ‘privati’, che hanno perso il 42,4% del mercato in termini di fatturato”. 

E proprio i privati sembrano in effetti il segmento più in difficoltà, scendendo dai 24,6 miliardi di euro di cinque anni fa ai 14,1 miliardi dell’anno scorso, mentre reggono meglio gli acquisti aziendali, in calo del 15,6%. Note positive arrivano invece dai noleggi, cresciuti del 2,7%.