Ford: secondo trimestre in positivo

L’Ovale Blu uno dei pochi gruppi ad aver raggiunto un utile: nel periodo 1 Aprile–30 Giugno è stato di 2,3 miliardi di dollari

Ford: secondo trimestre in positivo

di Francesco Giorgi

30 luglio 2009

L’Ovale Blu uno dei pochi gruppi ad aver raggiunto un utile: nel periodo 1 Aprile–30 Giugno è stato di 2,3 miliardi di dollari

.

Ford ha annunciato i risultati operativi del secondo trimestre 2009, che per la Casa dell’Ovale Blu si è concluso con una perdita operativa lorda di 424 milioni di dollari (pari a 300 milioni di euro), che se si escludono le perdite straordinarie fa risultare un miglioramento di 609 milioni di dollari (430 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2008.

Per il marchio di Detroit, il periodo 1 Aprile – 30 Giugno si è concluso con un utile netto di 2,3 miliardi di dollari (1 miliardo 630 milioni di euro), con una rendita di 0,69 dollari per azione.

Risultato in positivo anche per le “partite straordinarie”, che nel trimestre appena concluso hanno fatto registrare un utile netto di 2,8 miliardi di dollari (1 miliardo 984 milioni di euro), che comprende un utile di 3,4 miliardi di dollari relativo ad operazioni per la riduzione del debito, che nel settore automobilistico è destinato a calare di 10,1 miliardi di dollari attraverso il completamento di azioni.

Un secondo trimestre, dunque, nel complesso positivo: la Ford è, di fatto, il Marchio di Detroit che ha ottenuto i risultati migliori. In particolare, sono stati ridotti i costi strutturali per il comparto automobilistico, che sono stati risotti di 1,8 miliardi di dollari, dei quali 1,2 miliardi negli stabilimenti USA.

Le disponibilità liquide lorde, nel comparto Automotive, alla fine del secondo trimestre 2009 ammontano a 21 miliardi di dollari (15 miliardi di euro), mentre il flusso di cassa di gestione è di 1 miliardo di dollari: un buon risultato, se paragonato ai 2,7 registrati alla fine del primo trimestre di quest’anno.

In più, è aumentata la quota di mercato negli USA, in Sud America, in Europa, Asia – Pacifico e in Africa. Proprio dagli Stati Uniti è arrivato il miglior grado di soddisfazione per i clienti: i marchi Ford, Lincoln e Mercury hanno fatto registrare “Il minor numero di anomalie” fra tutti i produttori di auto, giungendo allo stesso livello della Toyota e permettendo all’Ovale Blu di aggiudicarsi il maggior numero di consensi “Top Safety Pick” organizzato dall’Insurance Institute for Highway Safety.