Mercato: per la Russia un 2009 "nero"

Vendite in picchiata, il primo semestre 2009 si è chiuso con un calo del 55 %. E nella seconda parte, per gli analisti, le cose non andranno meglio

Previsioni "nere" per il mercato dell'auto in Russia, che si avvia a una seconda parte del 2009 in calo del 60 per cento, sul fronte delle vendite, rispetto alla fine del 2008. E' il risultato di una ricerca di mercato condotta dagli analisti di PricewaterhouseCoopers, relativa all'andamento dei veicoli venduti in Russia nel primo semestre di quest'anno e sulle previsioni per la seconda parte del 2009.

Nonostante le previsioni, nei mesi scorsi, dessero il mercato delle auto in Russia come il più vasto e fra quelli "emergenti", in realtà la Nazione si è trovata faccia a faccia con uno dei peggiori anni della sua storia automobilistica.

Il valore del venduto, infatti, è crollato del 55 per cento nella prima metà del 2009, raggiungendo una quota di 12,8 miliardi di dollari (ovvero poco più di 9 miliardi di euro), grazie alla vendita di 743 mila autoveicoli (345 mila di importazione, 190 mila fabbricati nel mercato interno ma appartenenti a Marchi esteri, 200 mila di produzione nazionale e 8 mila modelli usati di produzione estera), secondo la ricerca della PwC, che prevede, per la seconda parte dell'anno, una vendita totale compresa fra 1,3 e 1,6 milioni di autoveicoli. Il che vorrebbe dire un calo del 50 - 60 per cento rispetto al 2008.

I motivi? Purtroppo facili da trovare, essendo gli stessi che hanno interessato (e in molti casi stanno tuttora interessando) altri mercati a livello mondiale: notevoli tagli ai posti di lavoro e ai salari, che hanno costretto molti russi a rinviare a tempi migliori l'acquisto di un'auto, o la sostituzione di un modello vecchio con una vettura nuova; allo stesso tempo, a causa della riduzione dei crediti, si è assistito a un brusco calo della concessione di crediti al consumo da parte delle Banche, molte delle quali hanno rifiutato a un gran numero di possibili nuovi clienti delle Case presenti sul mercato russo la concessione di prestiti.

E' come la storia del cane che si morde la coda. Non ci sono soldi, la gente non può acquistare una vettura nuova (anche perché - giustamente - deve far fronte a necessità più impellenti), le fabbriche "tagliano" il personale e producono meno auto; i pochi che possono acquistare, ci pensano due volte. E le Banche, visto il fuggi fuggi dal mercato, chiudono i cordoni delle borse.

A questo punto, ci si chiede: quando ci sarà una ripresa del mercato in Russia? "Lo sviluppo del mercato dipenderà in massima parte dall'impegno che il Governo metterà per rivitalizzare l'asfittica situazione attuale", indicano gli analisti.

In effetti, qualcosa nei mesi scorsi è avvenuto da parte del Governo di Mosca: lo Stato ha provato a incentivare il mercato dell'auto attraverso una serie di bonus fiscali concessi alle Banche per abbassare il tasso dei crediti da queste concessi ai clienti. Il problema, è stato fatto notare, sta nel fatto che gli incentivi dello Stato sono troppo esigui per creare un circolo virtuoso.

Inoltre, le vendite in Russia hanno pure dovuto fare i conti con alcuni mercati emergenti vicini, prima fra tutti l'India, i cui volumi sono cresciuti negli ultimi mesi. Per il secondo semestre, dunque, non c'è da stare allegri: il calo globale si attesrerà sul 50 - 60 per cento.

Se vuoi aggiornamenti su MERCATO: PER LA RUSSIA UN 2009 "NERO" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 22 luglio 2009

Vedi anche

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Una news dal Web riporta che fra i piani a medio termine, da parte di Stoccarda, potrebbe esserci la produzione di auto elettriche in Cina.

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Ad Oxford si celebra la Mini 3.000.000: è una Clubman John Cooper Works; dal 2001, la capacità produttiva è salita a 1.000 unità al giorno.

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

La Giulia tra le 7 finaliste del prestigioso concorso.