Ferrari limita la produzione per mantenere il valore

Ferrari ha deciso di limitare la produzione annuale per mantenere elevato il valore del brand e contemporaneamente assume 250 dipendenti.

Ferrari LaFerrari: live al Salone di Ginevra 2013

Altre foto »

Per mantenere elevato il valore del brand, Ferrari ha deciso di limitare la produzione delle proprie supercar rispetto allo scorso anno. L'obiettivo della Casa di Maranello è di abbassare la produzione annuale fino a quota 7.000 unità e nel contempo di aumentare utili e fatturato, puntando sulla esclusività e la qualità dei propri prodotti. 

Il Presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, ha commentato questa decisione dichiarando: "Abbiamo deciso di limitare la nostra produzione per mantenere alto il valore del marchio. In questo modo dimostriamo che pur vendendo meno siamo in grado di generare più fatturato e più utili. Introducendo troppe auto sul mercato  si rischia di svilire il valore del prodotto e del marchio.  Noi vendiamo un sogno, abbiamo un'esclusività da mantenere, dobbiamo assicurare ai nostri ferraristi un alto valore del loro usato, un elevato valore nelle aste perché una Ferrari deve essere desiderabile come una bella donna. Quindi facciamo meno macchine di quante ce ne chiede il mercato. Abbiamo fatto una scelta che, in base agli insegnamenti ricevuti da Enzo Ferrari, serve per mantener la possibilità per i nostri clienti di esaudire un sogno e garantire così la massima esclusività".

Per aumentare i profitti pur abbassando la produzione di auto, il Costruttore italiano di supercar punterà molto anche sui programmi di personalizzazione, capaci di rendere ancora più esclusive ed uniche le proprie creazioni. Secondo i dati rilasciati, il cliente medio della Ferrari spende in media 25.000 euro di optional che aumentano a ben 50.000 euro se si opta per l'esclusivo programma Tailor Made, capace di rendere ogni Ferrari un pezzo unico al mondo. Non bisogna tralasciare il fatto che tramite la Divisione Progetti Speciali,  Ferrari produce pochissimi esemplari unici per altrettanti  facoltosi clienti: ricordiamo la recente  Ferrari SP12 CE, realizzata per il famoso musicista britannico Eric Clapton.  

Secondo i dati ufficiali diffusi dalla Ferrari, nei primi quattro mesi del 2013, la Casa di Maranello ha venduto 1.800 vetture, il 4% in più rispetto allo scorso anno. L'aumento delle vendite hanno fatto salire i ricavi dell'8%, il trading profit del 42% e il net profit di oltre il 36%. Questi numeri sono ancora più sbalorditivi se si pensa che non sono stati presi in considerazione i dati relativi alla nuova hypercar LaFerrari.

>> Guarda le immagini ufficiali della Ferrari LaFerrari

La scelta di produrre meno vetture non imporrà alla Casa del Cavallino rampante di diminuire la propria forza lavoro, al contrario, Ferrari quest'anno assumerà altre 250 persone che si aggiungeranno agli attuali  3000 dipendenti.  Si tratta di un aumento del 20% degli operai che si occuperanno  soprattutto della produzione dei nuovi propulsori V6 che equipaggeranno le nuove Maserati Quattroporte e  Ghibli.

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 09 maggio 2013

Altro su Ferrari

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli
Motorsport

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali
Anteprime

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali

La Casa di Maranello proporrà 70 colorazioni per ognuno dei 5 modelli in listino

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico
Motorsport

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico

Il team di Maranello torna all’attacco in seguito alle vicende messicane