Toyota riconquista la leadership mondiale nel 2012

Il gruppo giapponese si è assicurato il primato dopo un anno nero. Per il 2° posto lottano fino all’ultima immatricolazione GM e VW.

Toyota riconquista la leadership mondiale nel 2012

di Eleonora D'Uffizi

18 dicembre 2012

Il gruppo giapponese si è assicurato il primato dopo un anno nero. Per il 2° posto lottano fino all’ultima immatricolazione GM e VW.

Toyota si prepara a riconquistare il primo gradino sul podio dei costruttori mondiali, strappando la leadership al gruppo General Motors, che si trova in questi ultimi giorni dell’anno a combattere in un testa a testa con Volkswagen per il secondo posto.  

La previsione è stata avanzata dal provider LMC Automotive sulla base degli ultimi dati ufficiali disponibili, quelli dei primi nove mesi del 2012: fino a settembre il gruppo giapponese ha venduto in tutto il mondo 7,4 milioni di unità contro i 6,95 milioni di General Motors e i 6,9 milioni di Volkswagen. In generale il mercato globale si attesta in crescita rispetto al 2011, con oltre 80 milioni di veicoli venduti grazie soprattutto al contributo dei Paesi emergenti.

>> Guarda le immagini della nuova Toyota Auris

Lo scorso anno era stato il colosso americano a conquistare il mercato, riprendendo il primato proprio dalle mani di Toyota, provata da disastri naturali di enormi proporzioni come il terremoto in Giappone e le inondazioni in Thailandia che hanno portato a ripercussioni fortemente negative sulle vendite.

In quest’ultimo trimestre la casa automobilistica giapponese sta ottenendo ottimi risultati su molti mercati, in particolare in quello Usa, e non avrà difficoltà a rimanere in vantaggio rispetto alle concorrenti. Il secondo posto sarà deciso probabilmente dall’andamento delle vendite in Cina, dove GM e Volkswagen sono i due costruttori stranieri con più immatricolazioni.