Fisker cerca un partner per superare la crisi

Fisker conferma le difficoltà e si mette alla ricerca di un partner con cui allearsi. Al vaglio anche la possibilità di vendere la tecnologia ibrida.

Fisker cerca un partner per superare la crisi

di Giuseppe Cutrone

12 dicembre 2012

Fisker conferma le difficoltà e si mette alla ricerca di un partner con cui allearsi. Al vaglio anche la possibilità di vendere la tecnologia ibrida.

La crisi che ha investito il settore automobilistico sta mettendo in difficoltà grossi e piccoli nomi del comparto e ne sa qualcosa anche Fisker, il piccolo costruttore americano che, secondo alcune recenti notizie, è in cerca di un partner con cui stringere un’alleanza per dare solidità ai propri progetti, tra i quali vi sarebbe anche un SUV elettrico.

>> Guarda le immagini dello stand Fisker al Salone di Parigi 2012

Ad ammettere la necessità di trovare un marchio con cui allearsi è stato lo stesso CEO Tony Posawatz, il quale ha ammesso in un’intervista che Fisker non può andare avanti da sola, confermando che sono in corso trattative con tre diversi interlocutori.

I colloqui, a quanto si apprende, vengono portati avanti da dirigenti ai più alti livelli e potrebbero portare un accordo entro il prossimo anno, almeno a quanto si augurano in Fisker.

Alcune voci riportate dalla stampa davano fino a qualche tempo fa il consiglio d’amministrazione di Fisker in procinto di dichiarare bancarotta, ipotesi che sembra essere stata scartata ma che conferma le difficoltà economiche della casa.

>> Scopri i dettagli della Fisker Karma

Il gruppo ha così chiesto a Evercore Partners di cercare un collaboratore affidabile con cui investire nello sviluppo di nuovi modelli, dicendosi disposto anche a concedere in licenza a costruttori terzi il suo sistema propulsivo ibrido, lo stesso visto sulla Fisker Karma ibrida plug-in. Il tutto sarebbe ovviamente fatto con lo scopo di dare una stabilità e un futuro a lungo termine al marchio, come confermato da Posawatz.