Volkswagen: accordato alla Porsche un prestito da 700 milioni di euro

Circa 700 milioni di euro il prestito concesso da Wolfsburg a Zuffenhausen. Un caso più unico che raro: la “controllata” finanzia la “controllante”

Volkswagen: accordato alla Porsche un prestito da 700 milioni di euro

di Francesco Giorgi

25 maggio 2009

Circa 700 milioni di euro il prestito concesso da Wolfsburg a Zuffenhausen. Un caso più unico che raro: la “controllata” finanzia la “controllante”

.

Altro che scalata. La Porsche non è messa molto bene, quanto a liquidità. Tanto che la stessa Casa di Stoccarda ha confermato, questa mattina, di avere ricevuto dalla sua “partecipata” Volkswagen un prestito di 700 milioni di euro.

E questa è una faccenda piuttosto bizzarra, perché fino a poche settimane fa la Porsche sembrava perseguire il piano di controllo sulla Volkswagen illustrato alla fine del 2005, e che avrebbe portato le partecipazioni della Casa di Stoccarda nelle quote capitale del Gruppo di Wolfsburg dall’attuale 51 al 75 per cento.

Un caso più unico che raro, nella storia dell’automobile: si sarebbe verificato, infatti, che un Marchio da poche migliaia di auto vendute all’anno avrebbe detenuto la maggioranza del secondo Gruppo più grande del mondo – la Volkswagen appunto – che vende ben 6 milioni di veicoli.

Un progetto poi messo da parte a causa delle negative condizioni economiche nelle quali si trova la Porsche, causate anche dal progetto “quota 75”: per attuarlo, infatti, a Stoccarda l’ammontare dei debiti nei mesi scorsi aveva toccato la cifra di 12,5 miliardi di euro. E’ storia ancora più recente, poi, il reperimento di una copertura per 10 miliardi di euro sotto forma di prestiti per compensare i costi di rifinanziamento.

E, oggi, ecco la notizia del prestito, da parte di Volkswagen, di 700 milioni di euro, a copertura parziale della somma ancora mancante per completare il rifinanziamento della Porsche.