Maserati raddoppierà la propria rete di vendita

Per essere più competitiva sul mercato Maserati potenzierà la rete di vendita, che nei prossimi mesi si arricchirà di 250 nuovi concessionari.

Maserati raddoppierà la propria rete di vendita

di Giuseppe Cutrone

13 marzo 2012

Per essere più competitiva sul mercato Maserati potenzierà la rete di vendita, che nei prossimi mesi si arricchirà di 250 nuovi concessionari.

Per aggredire il mercato al meglio è necessaria una gamma di prodotti il più possibile completa, con modelli competitivi e validi, ma non si può al tempo stesso prescindere da una rete di vendita all’altezza e soprattutto con una diffusione capillare. Lo sanno bene anche in casa Maserati, i cui piani di espansione delle vendite passano anche per un ampliamento del numero dei concessionari ufficiali.

I piani del Tridente, in fondo, sono ambiziosi e prevedono vendite per 40.000 esemplari nel 2014, quindi con un bel balzo rispetto ai 6.159 immatricolati l’anno scorso, con la volontà di arrivare fino a una cifra compresa tra 55.000 e 60.000 veicoli entro il 2015.

Il gruppo ha in programma infatti il lancio della nuova Maserati Quattroporte a cui, nel 2013, si affiancherà un modello di fascia immediatamente inferiore, seguito un anno dopo dal SUV Kubang, il primo della storia del costruttore.

La casa italiana intende quindi farsi trovare preparata e a un arricchimento dell’offerta corrisponderà un potenzialmente della rete di distribuzione. A confermare i piani è stato lo stesso CEO Maserati, Harald Wester, che in un’intervista ha spiegato come le intenzioni del gruppo siano quelle di integrare la propria rete a breve termine, aggiungendo altri 250 concessionari entro il 2012, che si aggiungeranno così ai rivenditori che si occupano attualmente del marchio portando il numero complessivo dei dealer a 500.