Bertone: un piano di rilancio firmato Keplero

L’azienda di Domenico Reviglio pronta ad acquisire il Marchio torinese per produrre veicoli a basso impatto ambientale

Bertone: un piano di rilancio firmato Keplero

di Francesco Giorgi

04 maggio 2009

L’azienda di Domenico Reviglio pronta ad acquisire il Marchio torinese per produrre veicoli a basso impatto ambientale

.

Bertone in rilancio, per mano di Domenico Reviglio. L’imprenditore torinese, titolare della Keplero, nei giorni scorsi ha presentato ai commissari che gestiscono lo storico marchio a seguito della sua messa in amministrazione straordinaria, una offerta per l’acquisizione della Carrozzeria e del marchio Bertone, appena tornata in auge con la Mantide, concept car presentata al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este.

Nei dettagli del piano industriale avanzato da Reviglio, l’impiego iniziale di 200 lavoratori, numero destinato a salire, da qui a tre anni, a circa 450. A renderlo noto è stata la stessa Keplero, che aveva già raggiunto un accordo con Lilli Bertone, titolare del Marchio, già prima della decisione di procedere all’amministrazione straordinaria per la Carrozzeria torinese.

Il progetto della Keplero è di acquisire il complesso industriale di Bertone per sviluppare attività di ricerca, progettazione e produzione come Second level Car maker, che secondo Domenico Reviglio sarebbe una “Sfida dell’elettrico per la mobilità urbana”.

Il piano industriale prevede la progettazione e la produzione di veicoli a basso (o nullo) impatto ambientale: veicoli commerciali leggeri alimentati a GPL, a metano ed elettrici, a 2 e 4 ruote motrici; una city car a propulsione elettrica, un quadriciclo anch’esso “elettrico”, nonché motocicli, scooter a motore elettrico e biciclette a pedalata assistita. Non manca il progetto per un’automobile sportiva di media cilindrata.

Un programma ambizioso, che Reviglio vorrebbe mettere in pratica a breve, per riportare la Bertone, entro il 2012, in una posizione di prestigio. Tuttavia, secondo i commissari della Bertone, in questi giorni dovrebbe concretizzarsi anche l’offerta di Gianmario Rossignolo, che potrebbe garantire il lavoro agli attuali 1150 dipendenti della Bertone: una offerta che, a quanto pare, piace ai sindacati.

Sentito questo, Reviglio ha puntualizzato che “Ovviamente, se arriveranno altre commesse saremo pronti a nuove assunzioni”.