Mercato auto: settembre a meno 5,7%

A settembre il mercato dell’auto ha segnato una flessione del 5,7% rispetto allo stesso mese del 2010. Gruppo Fiat a -4,10%, bene le orientali.

Fiat Freemont Model Year 2011

Altre foto »

Con il mese di settembre che si è appena concluso, la UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) ha diffuso alcune interessanti cifre che rispecchiano l'andamento attuale del mercato auto.

Un settore che, indubbiamente, ha vissuto momenti migliori e, come ha sottolineato Gianni Filipponi (presidente UNRAE), "Il difficile contesto economico del Paese, confermato dalle recenti stime al ribasso del Governo sul Pil (0,7%), dalla continua perdita di potere di acquisto delle famiglie (-0,2% nel 2° trimestre) e dal conseguente calo dei consumi, impongono iniziative immediate per rilanciare la crescita. Il sostegno allo sviluppo del Paese non può prescindere da un'azione di rilancio del comparto automotive, che rappresenta uno dei settori più rilevanti e determinanti per la crescita dei consumi e del Pil in Italia".

Il prospetto dell'UNRAE si basa sulle informazioni emesse dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il primo dato riguarda le 146.388 immatricolazioni di autovetture totalizzate nel mese di settembre: il 5,7% in meno rispetto al già depresso andamento di un anno fa quando se ne registrarono 155.231. Nel periodo più lungo dell'anno, da gennaio a settembre, la flessione è stata invece dell'11,3% rispetto allo stesso periodo del 2010, con 1.369.545 vetture vendute rispetto alle 1.543.775 di un anno fa. Le previsioni di chiusura per l'anno in corso si attestano intorno ad un totale di 1.750.000 nuove immatricolazioni (-11% rispetto al 2010).

Il Gruppo Fiat ha chiuso settembre con un -4,10%, un dato negativo che viene risollevato dal +84,7% registrato dal Gruppo Chrysler. In picchiata il Gruppo PSA che ha perso il 26,62%, male anche i gruppi Toyota e BMW (-22,91% e -17,34%), maluccio Daimler (-6,19%), Renault (-4,42%) e Ford (-5,06%). Tra i grandi gruppi europei ha tenuto meglio Volkswagen con una flessione "ridotta" al 2,01%. Bene, invece, le orientali, con il Gruppo Nissan a +69,43%, Hyundai +17,05.

Tornando ai marchi nazionali spicca Lancia con un +20,90% grazie alla nuova Ypsilon; Fiat è a -7,54% e Alfa Romeo a -11,43%. Fiat Panda è il modello che ha totalizzato più immatricolazioni in assoluto, sempre nel mese di settembre, con 10.426 nuovi contratti seguiti dai 10.183 della Punto.

Tra le curiosità che emergono dalle cifre, si può citare il +15,58% per le immatricolazioni di vetture alto di gamma; le auto alimentate a GPL sono crollate del 57,09%, mentre sono salite del 30,01% quelle a metano. Nel confronto diesel e benzina l'ha spuntata il gasolio con un +2,53% nei confronti del -7,83% della benzina.

Se vuoi aggiornamenti su MERCATO AUTO: SETTEMBRE A MENO 5,7% inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Luca Gastaldi | 04 ottobre 2011

Vedi anche

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

La Giulia tra le 7 finaliste del prestigioso concorso.

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Alfa Romeo: 1.800 nuove assunzioni entro il 2018

Il Gruppo FCA ha annunciato 1.800 nuovi posti di lavoro nello stabilimento di Cassino per la produzione della Stelvio.

Be-Free: il noleggio per privati anche su Fiat 500X

Be-Free: il noleggio per privati anche su Fiat 500X

A un mese dal via (e 1.000 ordinazioni già ricevute) la formula Be-Free di noleggio a lungo termine all inclusive si alarga a Fiat 500X.