Secondo trimestre 2011: Toyota resiste allo tsunami

Nonostante le perdite dovute al terremoto allo tsunami, la Toyota si rialza.

Nuova Toyota Yaris: le prime immagini ufficiali

Altre foto »

È stato un duro colpo quello subito dalla Toyota a causa dello tsunami dell'11 marzo, la Casa giapponese, leader nel mercato mondiale, ha accusato un calo dei profitti pari al 99,4% e ha visto i ricavi scendere del 29,4%.

In tutto la Toyota ha registrato una perdita pari a 108 mld di yen, tantissimo se si pensa che lo scorso anno, nel trimestre aprile-maggio-giugno, aveva ottenuto un bilancio all'attivo di 211 mld di yen.

Nonostante tutto però, il colosso giapponese è fiducioso di ottenere più di quanto previsto dalle vendite relative a tutto il 2011 in quanto le vendite in Asia non sono state influenzate in maniera significativa dal terremoto. Una bella sfida da parte di una Casa che rappresenta lo spirito di un popolo.

Se vuoi aggiornamenti su SECONDO TRIMESTRE 2011: TOYOTA RESISTE ALLO TSUNAMI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 02 agosto 2011

Vedi anche

Mercato auto Europa in crescita del 6,5% nel 2016

Mercato auto Europa in crescita del 6,5% nel 2016

Il mercato europeo dell’auto continua la sua crescita, trainata da FCA che continua a salire con una velocità a due cifre.

Hyundai: immatricolazioni da record in Italia

Hyundai: immatricolazioni da record in Italia

La Casa coreana supera nel 2016 per la prima volta le 56mila vetture consegnate.

Gruppo FCA: 1 miliardo di dollari di investimenti in USA

Gruppo FCA: 1 miliardo di dollari di investimenti in USA

Scambio di ringraziamenti tra il Presidente eletto Donald Trump e Sergio Marchionne per gli investimenti del Gruppo FCA negli USA.