Secondo trimestre 2011: Toyota resiste allo tsunami

Nonostante le perdite dovute al terremoto allo tsunami, la Toyota si rialza.

Nuova Toyota Yaris: le prime immagini ufficiali

Altre foto »

È stato un duro colpo quello subito dalla Toyota a causa dello tsunami dell'11 marzo, la Casa giapponese, leader nel mercato mondiale, ha accusato un calo dei profitti pari al 99,4% e ha visto i ricavi scendere del 29,4%.

In tutto la Toyota ha registrato una perdita pari a 108 mld di yen, tantissimo se si pensa che lo scorso anno, nel trimestre aprile-maggio-giugno, aveva ottenuto un bilancio all'attivo di 211 mld di yen.

Nonostante tutto però, il colosso giapponese è fiducioso di ottenere più di quanto previsto dalle vendite relative a tutto il 2011 in quanto le vendite in Asia non sono state influenzate in maniera significativa dal terremoto. Una bella sfida da parte di una Casa che rappresenta lo spirito di un popolo.

Se vuoi aggiornamenti su SECONDO TRIMESTRE 2011: TOYOTA RESISTE ALLO TSUNAMI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 02 agosto 2011

Vedi anche

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Una news dal Web riporta che fra i piani a medio termine, da parte di Stoccarda, potrebbe esserci la produzione di auto elettriche in Cina.

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Mini celebra 3 milioni di esemplari venduti

Ad Oxford si celebra la Mini 3.000.000: è una Clubman John Cooper Works; dal 2001, la capacità produttiva è salita a 1.000 unità al giorno.

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

Car of the Year 2017: ecco le auto finaliste

La Giulia tra le 7 finaliste del prestigioso concorso.