Presentazioni F1: un noioso evento mediatico

Gennaio e febbraio mesi di presentazione in pompa magna delle F1 che non vedremo mai in pista… ha ancora un senso oltre quello mediatico?

Ferrari F150th 2011

Altre foto »

Le presentazioni delle nuove Formula 1 per la stagione 2011 riempiono i media, sportivi e non. Il 28 gennaio quello da sempre più seguito, per la presentazione della Nuova Ferrari, la F 150 che con la sua denominazione rende omaggio all'anniversario dell'Unità d'Italia.

Diretta televisiva, prime pagine di quotidiani e settimanali, dirette sul web e sui siti ufficiali delle case e degli sponsor; insomma il massimo seguito mediatico. Utile, importante per il costruttore ed i suoi sponsor, ma quanto interessante per i veri appassionati? Pochissimo!

Ormai l'automobile - che una volta era la protagonista - è solo una presenza virtuale, nel senso che la vettura presentata non è quella che vedremo poi in pista. I motivi sono vari e perfettamente comprensibili.

La F1 di oggi, a differenza di quelle anche solo di dieci anni fa, è un laboratorio in continua evoluzione e la ricerca della soluzione segreta che determina un vantaggio consistente sul livellamento tecnico e aerodinamico delle monoposto avversarie diventa fondamentale.

Nessuno si sognerebbe di svelare i suoi segreti e le sperimentazioni e così finisce che le monoposto presentate negli show mediatici sono realtà virtuali, non vedremo mai in pista quelle auto. Le presentazioni sono ormai diventate solo un palcoscenico mediatico, una conferenza stampa come tante altre nella quale il costruttore, i piloti - e gli sponsor - cercano la massima esposizione.

Tutto lecito e comprensibile, ma l'effetto è che questi eventi sono diventati sempre meno interessanti, per non dire quasi noiosi. Se provate a mischiare le interviste e i titoli senza sapere a quale squadra si riferiscono, troverete le stesse dichiarazioni, se provate a prendere quelle dell'anno prima potreste tranquillamente scambiarle senza riuscire a capire a che anno si riferiscono.

E' per questo che da ferrarista ho dato solo un'occhiata svogliata alle due ore di diretta televisiva. C'era molto fumo, mondanità, quelli che contano e la rossa F150 col tricolore sull'alettone; belle immagini, le solite dichiarazioni, poca sostanza.

Lo spettacolo interessante, spero, lo vedremo ad Abu Dhabi...

 

 

Se vuoi aggiornamenti su PRESENTAZIONI F1: UN NOIOSO EVENTO MEDIATICO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Fabrizio Brunetti | 31 gennaio 2011

Vedi anche

Alfa Romeo: lo Stelvio Quadrifoglio contro tutti

Alfa Romeo: lo Stelvio Quadrifoglio contro tutti

In attesa di una prova su strada, ecco un confronto basato sui numeri tra l’Alfa Romeo Stelvio e i suoi principali concorrenti.

Le auto elettriche possono essere pericolose?

Le elettriche possono avere dei rischi

Le auto elettriche producono campi elettromagnetici che possono risultare pericolosi per i passeggeri?

FCA US: il fallimento delle compatte americane

L'opinione

Dodge Dart e Chrysler 200 chiudono anticipatamente una sfortunata carriera; la Chrysler 100 addirittura non è mai nata; è una sconfitta definitiva?