Parigi 2014: il ritorno della Suzuki Vitara

Intervista con Massimo Nalli Direttore Generale di Suzuki Italia.

Suzuki Vitara al Salone di Parigi 2014

Altre foto »

Parigi 2014 segna il ritorno del modello che è stato simbolo di Suzuki, il SUV compatto Vitara. Con Vitara il costruttore giapponese inventò un segmento nuovo e nelle generazioni del modello che si sono susseguite ha consolidato l'immagine di marchio di riferimento dei piccoli 4x4 veri, capaci anche di prestazioni in fuoristrada di grande qualità. Oggi Vitara ritorna per la quarta generazione e Mr. Suzuki in persona ad enfatizzare la rilevanza che Vitara ha avuto ed è destinato ad avere per il marchio giapponese.

Dott. Nalli, grande attesa e aspettative alte per il ritorno del Vitara, che segue il lancio lo scorso anno del cross over compatto S-Cross che ha invece avuto un'accoglienza tiepida dal mercato.

Sì, in effetti l'S-Cross non ha raggiunto il target che avevamo fissato, è diciamo all'80% dell'obiettivo, ma ereditava il ruolo di SX4 ed è entrato nel segmento in maggior sviluppo e competizione sfrenata, quello dei crossover di segmento C, con il difficile compito di affermare un crossover diverso dagli altri. Contiamo che la penetrazione di S-Cross possa migliorare e consolidarsi comunque.

Invece con Vitara il compito sembra più facile, nel senso che il SUV compatto è quasi stato inventato da Suzuki

Certo, è il nostro terreno, tra tanti finti SUV compatti, quasi sempre a due ruote motrici che si sono inventati un'immagine da SUV, il Vitara è il SUV compatto storicamente di riferimento. Può essere classificato nel segmento B, con i suoi 4,20 metri, è un all grip vero, integrale puro con l'eccellenza del nostro raffinato sistema di controllo della trazione e della frenata - feed fwd l'abbiamo definito, strategia predittiva delle situazioni difficili che si possono presentare al guidatore - linea personale, possente, che lo fa apparire più grosso di quello che è, due motorizzazioni 1,6 benzina e diesel entrambe da 120 cv e gran coppia, 7 airbag, ambizioni alte con un target Italia fissato a regime a 9.000 unità. Prestazioni da fuoristrada vero, grande sicurezza, personalità, questi i punti di forza di New Vitara. Come vede ci crediamo molto e rientriamo nel "nostro" segmento, certi di avere l'arma vincente.

La commercializzazione quando partirà?

Da marzo prossimo, in tutta Europa. Inizialmente verrà prodotta in Ungheria, poi contiamo di localizzare la produzione anche sugli altri grandi mercati, ma per il momento partiamo dall'Europa e sul mercato europeo quello italiano ci darà grandi soddisfazioni. 

 

Se vuoi aggiornamenti su SUZUKI VITARA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Fabrizio Brunetti | 08 ottobre 2014

Altro su Suzuki Vitara

Suzuki Vitara Exclusive: prezzo da 30.200 euro
Ultimi arrivi

Suzuki Vitara Exclusive: prezzo da 30.200 euro

Suzuki lancia una nuova versione top di gamma della Vitara che si distingue per i suoi nuovi accostamenti cromatici e per la ricca dotazione.

Suzuki Vitara 1.6 DDIS 4WD DCT V-Top More, prova su strada
Prove su strada

Suzuki Vitara 1.6 DCT, la prova su strada

Non chiamatela più fuoristrada. La nuova Vitara si è trasformata in un SUV 4x4, monta un motore dai bassi consumi e un nuovo cambio doppia frizione.

Nuova Suzuki Vitara S: primo contatto
Ultimi arrivi

Nuova Suzuki Vitara S: primo contatto

Il suv giapponese si presta a lanciare una nuova versione. Il suo segreto? Un piccolo motore turbo benzina da 140 CV.