Volkswagen: le ambizioni di Wolfsburg

Ha scavalcato GM nella classifica dei costruttori, colleziona utili record, ha una liquidità che le permetterebbe di acquisire molti competitor.

Ben 17 miliardi di liquidità in cassa. Questo dato consente al Gruppo tedesco non solo di dichiarare ambizioni da primato e la speranza di superare già quest'anno la soglia dei 10 milioni di veicoli, ma di acquisire se solo lo volesse anche i concorrenti più diretti, come di scegliere nel grande supermercato dei marchi automobilistici, quali giocattoli fare propri, come già avvenuto per Lamborghini, Bentley, Porsche, Ducati, Giugiaro, ora Scania. Tanto per avere un parametro, tutta PSA - Peugeot Citroen non vale più di 7 miliardi di euro, senza considerare l'indebitamento.

Dodici marchi, 100 nuovi modelli nei prossimi due anni - annuncia Martin Winterkorn - un utile di 9,14 mld, dovuto per quasi l'80% ai marchi premium, Audi e Porsche. Il risultato positivo 2013 è dato in buona parte dalla Cina - Volkswagen, Audi, Porsche -, (+16,2%), ma Porsche è cresciuta su tutti i mercati e Audi ha mantenuto una pur contenuta crescita.

Così intanto i dipendenti hanno ricevuto un premio medio di 6.200 euro, il margine operativo del Gruppo è stabile attorno al 6%, le vendite europee rappresentano solo il 39% del totale.

Punti forti i mercati globali, anzitutto Cina - con un obiettivo di 4 milioni di veicoli nel 2018 - e Brasile, dove, pur soffrendo del rallentamento generale del mercato, Volkswagen ha piazzato 900.000 veicoli. Ma anche gli strepitosi margini di Porsche e Audi. E ancora i 12 marchi che coprono una gamma vastissima di 300 modelli, dalla Up! alla Bugatti Veyron, la fama di qualità del marchio Volkswagen. Tutto bene allora, anzi benissimo? Sì, ma in questo idilliaco quadro di strapotere, ricchezza, gamma sterminata, engineering avanzato, non bisogna sottovalutare qualche nota stonata e qualche minaccia potenziale.

Il difficile contenzioso con Suzuki, che due anni fa ha rigettato un accordo che riteneva la danneggiasse e che è ora oggetto di un arbitrato presso il tribunale di Londra. Le code, ancora possibili, delle spericolate manovre finanziarie della Porsche pre-acquisizione, con le richieste di risarcimento danni che ancora pendono i diverse sedi giudiziali.

L'andamento negativo del mercato nordamericano, in cui Volkswagen ha da tempo perso leadership e volumi, specie nel confronto con Giapponesi e Coreani. Passat è ormai una cenerentola e Jetta in drammatico calo, Audi resta staccatissima dalle dominanti BMW e Mercedes, solo Porsche continua a crescere senza sosta.

Seat per l'ottavo anno consecutivo sarà in perdita (180 milioni di euro probabilmente) nonostante i massicci investimenti che ne fanno la "Opel" di Volkswagen, nel poco lusinghiero paragone con la dissanguante costola europea di GM.

Skoda non perde, ma nonostante la produzione in paesi a basso costo del lavoro e lo zoccolo duro dei mercati dell'ex est Europa, ha redditività trascurabile. Bugatti continua ad essere un giocattolo costosissimo senza alcuna speranza di diventare un giorno profittevole.UP!, e le sue derivate a marchio Seat e Skoda, è un insuccesso, così come Audi A1.

La settima generazione Golf non ha avuto per il momento il ritorno sperato. La Passat è precocemente invecchiata.In generale i critici rimproverano a Volkswagen sul piano del prodotto una difficoltà a rinnovarsi nell'immagine e a differenziare i marchi.

Bastano queste nuvole ad oscurare il sole splendente del colosso tedesco?Winterkorn appare molto sicuro di sé e vede con grande ottimismo il futuro prossimo venturo. Staremo a vedere se la marcia trionfale del gruppo proseguirà con lo stesso ritmo.   

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Fabrizio Brunetti | 03 aprile 2014

Altro su Volkswagen

Volkswagen Tiguan 2016 1.6 TDI: primo contatto
Ultimi arrivi

Volkswagen Tiguan 2016 1.6 TDI: primo contatto

La Volkswagen Tiguan 2016 equipaggiata con la motorizzazione diesel 1.6 TDI debutta sul mercato italiano con prezzi a partire da 28.750 euro.

Volkswagen Arteon: il primo bozzetto ufficiale
Anteprime

Volkswagen Arteon: il primo bozzetto ufficiale

Sarà una vettura premium che si posizionerà in listino sopra la Passat.

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia
Motorsport

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia

Doppietta della Casa tedesca, l'ultima prima del ritiro dalle competizioni, nel rally australiano.