Come trasportare bambini, animali e bagagli in sicurezza

Alcune utili indicazioni per trasportare con maggiore sicurezza i passeggeri più piccoli, i nostri animali ed i bagagli voluminosi

Come trasportare bambini, animali e bagagli in sicurezza

di Andrea Tomelleri

22 novembre 2013

Alcune utili indicazioni per trasportare con maggiore sicurezza i passeggeri più piccoli, i nostri animali ed i bagagli voluminosi

Trasportare in auto i bambini

Quando si viaggia in auto un’attenzione particolare va riservata ai passeggeri più piccoli, per i quali i sistemi di ritenuta normali non risultano efficaci, e in molti casi pericolosi. I bambini di peso inferiore a 36 kg e di altezza inferiore a 1,50 metri devono essere sempre sistemati nei seggiolini oppure sull’apposito cuscinetto da abbinare alle cinture.

Il seggiolino deve essere fissato al sedile con le cinture oppure tramite gli specifici attacchi Isofix, che facilitano l’operazione e sono ormai disponibili come optional sulla maggior parte delle vetture.

Per quanto riguarda la posizione del seggiolino nell’abitacolo, è sicuramente preferibile sistemarlo sul sedile posteriore, che offre una maggiore protezione e non prevede la presenza dell’airbag frontale. Il gonfiaggio del cuscino, infatti, può provocare serie lesioni al bambino, che possono essere anche mortali.

E’ comunque possibile collocare il seggiolino anche sul sedile anteriore, purché si possa disattivare l’airbag attraverso un apposito interruttore (di solito azionabile inserendo la chiave di accensione). Per sapere se la propria vettura è dotata di [glossario:airbag] disattivabile basta consultare il libretto d’uso e manutenzione del modello.[!BANNER]

Discorso a parte merita l’orientamento del seggiolino. I seggiolini classificati Gruppo 0 , riservati a bambini fino a 10 kg di peso, devono essere montati contromarcia per evitare sollecitazioni al collo nel caso di elevate decelerazioni. Possono invece essere orientati nel senso di marcia i seggiolini Gruppo 1, riservati a bambini di peso compreso tra i 9 e i 18 kg, i seggiolini Gruppo 2 per bambini oltre 15 kg, e Gruppo 3, in sostanza un semplice cuscino sollevatore per bambini oltre i 22 kg.

Disposizione e trasporto dei bagagli

Un aspetto spesso sottovalutato dagli automobilisti è la corretta disposizione dei bagagli nel vano di carico: oggetti più o meno pesanti comportano una variazione nella distribuzione dei pesi, che può essere anche significativa e modificare il comportamento stradale della vettura, riducendo i margini di sicurezza.

I bagagli di peso maggiore devono essere sistemati verso la parte centrale dell’auto e quindi il più lontano possibile dall’asse posteriore. E’ inoltre opportuno fissare gli oggetti trasportati con gli appositi sistemi di ritenuta (cinghie, reti o barre telescopiche) per evitare che, in caso di incidente, penetrino nell’abitacolo e feriscano i passeggeri.[!BANNER]

Per la stessa ragione non bisogna lasciare mai oggetti pesanti o appuntiti (come souvenir e ombrelli) sulla cappelliera perché in presenza di una forte decelerazione potrebbero trasformarsi in veri e propri “proiettili” sulle teste dei passeggeri posteriori.

Da curare, infine, la visibilità posteriore: sarebbe bene lasciare sempre libero il lunotto per poter utilizzare lo specchietto interno in aggiunta agli specchi laterali.

Utilizzo di portapacchi e portasci

Il portapacchi è un modo economico per incrementare sensibilmente la capacità di carico del veicolo. Dal momento che i bagagli verranno fissati all’esterno della vettura è bene prendere delle precauzioni ulteriori perché non sia compromessa la sicurezza propria (viene infatti modificato il [glossario:baricentro] e il comportamento della vettura) e degli altri (a causa di un possibile distacco del carico).

Per prima cosa è necessario controllare che il portapacchi sia omologato e certificato per il tipo di carico e per il peso che si intende trasportare. Tenere comunque presente che di norma non si devono superare i 50-70 kg per non variare eccessivamente la dinamica del veicolo, soprattutto in curva. Inoltre, se non si dispone di un box portatutto chiuso, il carico va fissato saldamente con cinghie e corde per evitarne il distacco.[!BANNER]

Nel caso di portasci o portabiciclette il discorso è analogo a quello per i portapacchi: verificare l’omologazione e la compatibilità con gli attacchi dell’auto. Gli sci vanno posizionati con la punta rivolta all’indietro per diminuire la resistenza [glossario:aerodinamica] e devono essere ben chiusi nelle apposite staffe. Le auto di ultima generazione, comunque prevedono la possibilità di trasportare gli oggetti lunghi all’interno dell’abitacolo sacrificando solo un posto (il cosiddetto carico passante, grazie ad una apertura nello schienale posteriore).

Il trasporto degli animali domestici

Il trasporto degli animali domestici deve essere effettuato con le adeguate precauzioni per la sicurezza dei passeggeri e dell’animale stesso. Cani e gatti non devono assolutamente essere liberi di muoversi all’interno dell’abitacolo: potrebbero infatti distrarre il conducente e causare incidenti.

Il posto più sicuro in cui collocare una gabbietta per animali è il vano piedi dei passeggeri posteriori. Nelle vetture station wagon è possibile delimitare l’area di carico con una apposita rete divisoria e lasciare una maggiore possibilità di muoversi agli animali (soprattutto quelli di grossa taglia).[!BANNER]

Tenere presente delle condizioni in cui l’animale viene trasportato, in particolare la temperatura dell’abitacolo. Evitare quindi di lasciare l’animale al freddo intenso o all’interno di una vettura parcheggiata al sole.