La Mille Miglia di Mr. Bean

C’è anche Mr Bean tra i tanti motivi d’interesse della Mille Miglia 2011. L’attore inglese Rowan Atkinson corre infatti al volante di una Bmw 328.

La Mille Miglia di Mr. Bean

di Giuseppe Cutrone

16 maggio 2011

C’è anche Mr Bean tra i tanti motivi d’interesse della Mille Miglia 2011. L’attore inglese Rowan Atkinson corre infatti al volante di una Bmw 328.

Non è mancato proprio niente all’edizione appena conclusa della Mille Miglia, tra vetture storiche il cui fascino rimane immutato, la passione di chi vi prende parte e quella di chi semplicemente vi assiste, quest’anno c’era anche Mr. Bean, che abbandonata la sua mitica Mini verde, ha deciso di cimentarsi al volante di una Bmw 328.

Stiano pur tranquilli i più puristi tra i fan: la Mille Miglia non è diventata la nuova location in cui si svolgono le dissacranti avventure dell’imbranato e simpatico personaggio del piccolo schermo, ma, più semplicemente, è l’evento a cui ha partecipato l’attore inglese Rowan Atkinson, che impersona lo stralunato Mr. Bean nella famosa sitcom.

Atkinson è infatti un appassionato di auto storiche, oltre che un ingegnere meccanico laureato con il massimo dei voti all’Università di Oxford. L’attore non ha potuto resistere al fascino della Mille Miglia, e ha deciso di parteciparvi, rilasciando ai giornalisti presenti alcune battute che fanno capire la passione che lo muove: “La Mille Miglia è un evento classico delle quattro ruote e da appassionato delle automobili storiche non posso che esserne affascinato. L’esperienza è positiva, ho percorso tanti chilometri e mi sono divertito moltissimo a scorrazzare per le strade dell’Italia. Viaggiando con queste macchine si capisce poi quale sia il carattere degli italiani. Questa è tutta gente creativa, istintiva e molto emotiva che riversa la sua passione nelle strade”.

Parlando di aspetti legati alla corsa, Atkinson ha spiegato che: “In questa Mille Miglia sto guidando una Bmw 328, un bel mezzo che mi sta dando delle buone soddisfazioni alla guida. In passato ho condotto tante altre auto del genere, sono un appassionato di auto d’epoca e mi piace guidarle nel tempo libero. Quindi non ho avuto grossi problemi con la guida per l’Italia. Anche in classifica ho ottenuto dei buoni risultati, mantenendomi sempre in buone posizioni”.

Insomma tra una quattro ruote e la presenza di Mr. Bean seppur in veste più seriosa, non sono mancati i motivi d’interesse per l’edizione annuale della Mille Miglia, a tutto vantaggio dei tantissimi appassionati che hanno seguito la corsa in questi primi giorni.