Suzuki Kizashi Apex: voglia di superbike

Al Salone di New York la Suzuki Kizashi veste la livrea della GSX-R e raggiunge i 300 CV.

Suzuki Kizashi Apex: voglia di superbike

di Valerio Verdone

21 aprile 2011

Al Salone di New York la Suzuki Kizashi veste la livrea della GSX-R e raggiunge i 300 CV.

Anche la Suzuki è protagonista a New York Auto Show 2011 con un concept tutto grinta e colori, il suo nome è Suzuki Kizashi Apex Concept e deriva dall’omonima berlina giapponese. L’auto è stata rivista in alcuni particolari estetici e presenta un cuore molto più generoso, capace di farle divorare l’asfalto con una grinta motociclistica.

In effetti, è proprio al mondo delle due ruote che si ispira, precisamente a quello del campionato americano Superbike, dove le famigerate Suzuki GSX-R trionfano a mani basse da più di qualche anno. I colori, sono quelli delle moto che calcano i circuiti americani e sono decisamente vistosi, con la livrea neroazzurra intervallata da una da una sorta di arcobaleno che caratterizza la fiancata.

Per renderla più cattiva, la Kizashi è stata dotata di fari posteriori bruniti e di grandi cerchi da 19 pollici che calzano pneumatici Yokohama 245/35 e di due grandi tubi di scarico. Anche l’interno risente della cura superbike, per via dell’abbinamento neroazzurro di sedili e volante.

Ma la vera arma di seduzione della berlina giapponese è celata sotto il cofano e riguarda un turbocompressore Garret, capace di farle raggiungere una potenza di 275-300 CV. Grazie ad un intercooler aria-liquido, il motore della Kizashi respira meglio e si annuncia estremamente reattivo alla pressione esercitata sul pedale del gas. Il potente propulsore si esprime attraverso un cambio manuale a 6 rapporti calibrato per rispondere alle esigenze di una guida sportiva.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...