Soleil Anadi al Top Marques di Monaco 2011

Il designer Ugur Sahin ha presentato al Top Marques di Monaco la Solei Anadi, una sportiva da 999 CV realizzata sulla base della Corvette.

Soleil Anadi al Top Marques 2011

Altre foto »

Al Top Marques 2011, la manifestazione ambientata nella suggestiva cornice del principato di Monaco, dove vengono presentate ogni anno le supercar più belle ed esotiche del mondo, ha fatto il suo debutto la Soleil Anadi, un'affascinante coupé realizzata sulla base della Chevrolet Corvette.

Nel segno della Stingray degli anni '60

Disegnata dal poliedrico designer Ugur Sahin, la Anadi è frutto di un evoluzione della concept Z03 del 2008 realizzata dallo stesso Sahin che negli ultimi tre anni ha lavorato sodo per affinare la propria creatura, fino ad arrivare ad esporla alla prestigiosa kermesse monegasca.

La Anadi unisce elementi stilistici che abbiamo potuto ammirare sulle Corvette del presente e su quelle del passato: il lungo cofano, omaggio alla mitica Stingray degli anni '60, termina con un muso pronunciato e rivolto verso l'asfalto che ricorda quello di uno squalo. I fianchi scolpiti e muscolosi terminano con una coda tronca e dotata di un "effetto oscurato", inoltre risulta impreziosita nella parte bassa dai quattro scarichi centrali di forma quadrangolare. Molto originale risulta anche il lunotto posteriore dalla forma verticale, delimitato da due branchie aerodinamiche molto inclinate, riprese in maniera fedele dal progetto originale del 2008.

 Fino a 999 CV

A livello di meccanica la Anadi utilizza un propulsore derivato dalla Corvette Z06: si tratta del noto LS7 V8 7.0 litri da 512 CV e 637 Nm, elaborato per l'occasione fino all'incredibile potenza di 999 CV. Per raggiungere questi valori sono stati aggiunti al già potente V8 due turbocompressori, un inedito terminale racing a quattro vie realizzato in acciaio inox, e una nuova trasmissione manuale a sei rapporti. Chi giudicasse la potenza della Anadi troppo esagerata potrà equipaggiare la vettura con l'identico propulsore dotato di un solo sistema di sovralimentazione che permetterà una potenza totale di 700 CV.

Fibra di carbonio e alluminio

Per realizzare la struttura di questa supercar sono stati utilizzati una serie di componenti di primo livello tra cui fibra di carbonio, alluminio  e materiali compositi. In questo modo gli ingegneri della Soleil Motors sono riusciti ad ottenere un peso complessivo che non supera i 1.375 kg a secco, mantenendo nello stesso tempo una rigidità strutturale che insieme all'assetto ultra rigido della vettura promette una stabilità in entrata ed in uscita in curva di primo livello.

Come tutte le top car che si rispettino, anche la Soleil Anadi mantiene l'assoluto riserbo sul prezzo e sul numero di esemplari in cui verrà prodotta, quest'ultimo dato dipenderà anche dall'interessamento che gli eventuali clienti dimostreranno verso la vettura durante la kermesse del principato di Monaco.

Se vuoi aggiornamenti su SOLEIL ANADI AL TOP MARQUES DI MONACO 2011 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 15 aprile 2011

Vedi anche

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

A Bologna Fiere in esposizione sei vetture che presero parte alla "Freccia Rossa": anteprima della mostra che si inaugurerà il 26 marzo a Brescia.

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Percorriamo la storia del Gruppo francese attraverso i suoi modelli storici e l’attenzione per l’Heritage.

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Attraverso le strade della Mille Miglia al volante della Fortwo Turbo Twinamic