Techno Classica Essen: per collezionisti doc

E’in Germania la più importante rassegna del mondo dedicata alle auto storiche. Richiama quasi 200mila visitatori.

Techno Classica Essen: per collezionisti doc

di Luca Gastaldi

02 aprile 2011

E’in Germania la più importante rassegna del mondo dedicata alle auto storiche. Richiama quasi 200mila visitatori.

Il salone Techno Classica di Essen, nel nord della Germania vicino a Dusseldorf, è ormai giunto alla 23^ edizione. Si svolge dal 30 marzo al 3 aprile e rappresenta il più grande evento del mondo interamente dedicato alle auto d’epoca e da collezione e tutto ciò che si muove intorno ad un settore che interessa migliaia di operatori e milioni di appassionati.

Ad Essen, infatti, ogni anno si riversano quasi 200mila visitatori che si trovano di fronte a 2.500 automobili in vendita, ad oltre 1.200 espositori e a 220 club nazionali e internazionali. Le Case automobilistiche – soprattutto quelle dei grandi gruppi tedeschi – realizzano esposizioni degne di veri saloni, così come fanno i più importanti produttori di ricambi e accessori. Ci sono poi le centinaia di ricambisti specializzati presso i quali si trovano i pezzi più particolari, i commercianti di modellini e automobilia, quelli di cimeli, libri e documentazione storica.

Mercedes-Benz presenta 12 icone per celebrare i 125 anni della sua storia automobilistica, iniziata nel 1886 con la Benz Patent Motor Car. BMW ricorda i 75 anni del modello 328 e i 50 della New Class, la berlina media nata con il modello 1500 del 1961. Il marchio Mini illustra il mezzo secolo delle versioni speciali Cooper. Il Gruppo Volkswagen occupa un intero padiglione con i marchi Audi, Skoda, Bentley e Bugatti, ciascuno con un tema ben preciso. In seguito all’acquisizione da parte del feudo di Wolfsburg, anche l’Italdesign di Giugiaro trova spazio con una rassegna dei modelli realizzati per il Gruppo: dalla Golf alla Scirocco.

Per fortuna non sfigura neanche il nostro tricolore. Alfa Romeo punta tutto sul Quadrifoglio Verde, il simbolo della sua sportività. Il Museo di Arese espone la RL Targa Florio del 1923, la P3 del 1932, la 159 del 1951, la Giulia TI Super del 1963, le 33 Stradale e TT12 del 1967 e 1975, la 164 Pro-Car del 1988. Nello spazio Fiat regna la mastodontica Mephistophele del 1924.