Mitsubishi Global Small Concept a Ginevra

Dopo Nissan, anche Mitsubishi prepara la sua worldcar, anticipata nelle forme da un prototipo quasi definitivo mostrato in questi giorni a Ginevra

Mitsubishi Concept Global Small

Altre foto »

Mitsubishi sceglie il Salone di Ginevra 2011 (3-13 marzo) per mostrare al mondo la sua Global Small Concept, prototipo che mostra a grandi linee la futura generazione della Colt. La futura citycar verrà prodotta e assemblata nel nuovo stabilimento Thailandese del costruttore dei tre diamanti, mentre la sua commercializzazione verrà destinata a molti paesi di tutto il mondo, confermando la strategia definita dallo stesso costruttore giapponese: "Un prodotto globale studiato per il villaggio globale" .

Design: semplice e funzionale

Lunga 3,74 m, larga 1,68 m e alta 1,49 m, il prototipo è stato realizzato sul nuovo pianale denominato e-Compact e si presenta come una delle vetture più compatte tra quelle di segmento B. Il suo design semplice e funzionale riprende quello di alcuni degli ultimi modelli Mitsubishi, ma senza le esasperazioni stilistiche tipiche delle showcar. Il frontale è caratterizzato da una piccola calandra che unisce i sottili proiettori dalla forma esagonale dotati di tecnologia a LED. Lo stile guadagna una certa grinta grazie all'adozione una grande presa d'aria inferiore e di due feritoie laterali posizionate davanti i passaruota della vettura, studiate per raffreddare meglio l'impianto frenante. La fiancata si distingue per una profonda nervatura che unisce stilisticamente il frontale e la coda, quest'ultima riprende alcuni motivi stilistici della parte anteriore come la forma dei proiettori e quella delle prese d'aria.

Motorizzazioni: benzina e (in futuro) elettrico 

La gamma dei propulsori, almeno in un primo momento, sarà composta dalle nuove unità da 1.0 e 1.2 litri della famiglia MIVEC, entrambe alimentate a benzina e dotate di sistema Stop&Start, dispositivo di recupero d'energia in frenata, e di speciali pneumatici a bassa resistenza di rotolamento che misurano 185/55 R 16.

La nuova architettura del pianale e-Compact permetterà in un prossimo futuro di adattare la vettura ad uno schema completamente elettrico, trasformando così la Global Small in un'auto ecocompatibile. La trasmissione adottata sarà un moderno cambio a variazione continua CVT, ma non si esclude per alcuni mercati anche l'utilizzo di un più tradizionale manuale a 5 rapporti.

Per iniziare 150.000 unità all'anno

Come anticipato in precedenza la Global Small sarà costruita presso lo stabilimento Mitsubishi di Laem Chabang Industrial Estate, situato nella provincia di Chonburi, in Tailandia, ad un ritmo di 150.000 unità l'anno, che potranno essere ampliate fino a 200.000. Mitsubishi non è il primo costruttore nipponico a produrre la propria worldcar in Thailandia, infatti già la Nissan realizza nel paese del sud est asiatico la piccola Micra, sfruttando gli incentivi governativi  che stanno attirando negli ultimi anni sempre più investimenti stranieri in questo paese.

Se vuoi aggiornamenti su MITSUBISHI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 04 marzo 2011

Altro su Mitsubishi

Mitsubishi Outlander Sport: ecco il restyling
Anteprime

Mitsubishi Outlander Sport: ecco il restyling

Linea ed interni rivisti per il SUV compatto della Casa giapponese

Mitsubishi Eclipse Cross: la prima a Ginevra
Anteprime

Mitsubishi Eclipse Cross: la prima a Ginevra

Il nuovo SUV della Casa giapponese è stato presentato al Salone Elvetico

Mitsubishi Eclipse Cross: le prime immagini ufficiali
Anteprime

Mitsubishi Eclipse Cross: le prime immagini ufficiali

Il SUV mondiale della Casa giapponese verrà svelato in occasione del Salone di Ginevra.