Toyota Yaris HSD Concept a Ginevra 2011

Con la Yaris HSD Concept, Toyota svela le forme della terza generazione dell’apprezzata citycar giapponese nella sua versione ecosostenibile.

Toyota Yaris HSD Concept a Ginevra 2011

di Francesco Donnici

02 marzo 2011

Con la Yaris HSD Concept, Toyota svela le forme della terza generazione dell’apprezzata citycar giapponese nella sua versione ecosostenibile.

Toyota svela a Ginevra la terza generazione della Yaris scegliendo di mostrare al pubblico ginevrino la versione ibrida della citycar giapponese. Chiamata Yaris HSD Concept – che verrà prodotta a metà 2012, ovvero molti mesi dopo l’arrivo in Europa del modello dotato di motore termico. Questa strategia sottolinea ancora una volta le intenzioni del Costruttore nipponico di percorrere con decisione la strada che la porterà a introdurre una versione ibrida per ogni modello presente nella propria gamma entro il 2020.

Ricordiamo che la due volumi nipponica ha già debuttato sul mercato giapponese con il nome di Vitz, mentre in Europa arriverà entro la fine dell’anno sostituendo l’attuale modello dopo sei anni di onorata carriera. La terza generazione della Yaris avrà dimensioni più importanti dell’attuale, innanzi tutto sarà più lunga di 10 cm degli attuali 3,75 metri, mentre il passo guadagnerà ben 5 cm, ma sarà anche più leggera di 30 kg migliorando quindi consumi ed emissioni. Esteticamente la nuova Yaris è caratterizzata da linee nette e tagli decisi che generano volumi più definiti e muscolosi che le regalano molta grinta in più. L’obiettivo di Toyota è quello di conquistare una maggiore fetta di pubblico maschile visto che l’attuale versione è stata preferita maggiormente dalle donne.

La versione ibrida presentata alla kermesse svizzera porta invece in dote alcune modifiche che hanno caratterizzato e caratterizzano i modelli ibridi della Casa dei tre ellissi come Prius e Auris HSD. Queste modifiche che prendono il nome di Hybrid Synergy Drive (HSD) comprendono un nuovo paraurti anteriore che incorpora inediti profili aerodinamici e una presa d’aria di grandi dimensioni, il logo integrato, lo spoiler sul lunotto posteriore, piccole telecamere al posto degli specchietti (elemento che scomparitrà nel modello di serie) e gli speciali cerchi in lega da 18 pollici.

La concept vanta anche nuovi fari dotati di tecnologia LED e una candida livrea perlata, colore che impreziosisce le vetture ibride Toyota durante le presentazioni ufficiali. La parte meccanica è costituita da un motore a benzina accoppiato ad un propulsore elettrico sincrono a magnete permanente, che permettono alla vettura di funzionare sia in modalità ibrida che con la sola trazione elettrica. La Yaris HSD infatti può funzionare come una vettura totalmente elettrica sia durante le partenze che in brevi percorsi quando il conducente preme il tasto EV. In quel caso la vettura si muove senza inquinare e consumare carburante, però solo nel caso che le batterie siano abbastanza cariche e se non si superano i 50 km/h.[!BANNER]

Tra gli accessori montati sulla HSD Concept segnaliamo anche gli interessanti pannelli solari montati sul tetto che hanno come scopo di alimentare gli accessori elettrici della Yaris come l’aria condizionata, i vetri elettrici, la chiusura centralizzata, il sistema di illuminazione interna etc. La Yaris  HSD verrà prodotta nello stabilimento francese di Valenciennes a partire dal 2012, andando così ad arricchire l’offerta delle auto ibride di Toyota composta fino a questo momento dalla Prius e dalla Auris HSD.