Ford Ranger Wildtrack al Salone di Ginevra 2011

Primo veicolo commerciale dell'Ovale blu sviluppato sulla politica "globale" One Ford. Sarà disponibile per l'Europa con due Duratorq TDCi.

Ford Ranger Wildtrack

Altre foto »

Altro che assetati V8: la nuova frontiera dei pick up di gusto squisitamente USA passa attraverso il downsizing. Che mantiene forme imponenti e caratteristiche di veicolo multiuso (adatto per il lavoro, ma anche per lo svago); tuttavia, nello stesso tempo, rivoluziona il concetto di "grosso è bello" sotto al cofano, e si concede a una decisa sterzata nella cubatura del motore.

Nasce con questi atout la Ford Ranger Wildtrack, pick up di connotazione sportiva che debutta in questi giorni al Salone di Ginevra, e che nasce come primo veicolo commerciale dell'Ovale blu sviluppato secondo la filosofia commerciale One Ford; nata con la Focus 2012 e che consiste in un programma di lancio globale per tutto il mondo.

Il Ranger Wildtrack, infatti, viene progettato e sviluppato in Australia, prodotto in Thailandia, Sud Africa e Argentina e sarà disponibile, in una gamma completa a due e quattro ruote motrici, su tre soluzioni di cabina, in più di 180 mercati a livello mondiale, Europa compresa.

Fra le novità tecniche, da segnalare la presenza del dispositivo Rear View Camera System, che consente di visualizzare nello specchietto retrovisore interno l'immagine della videocamera: un accessorio che immaginiamo utile per le manovre di parcheggio e per l'aggancio di rimorchi.

L'allestimento, inoltre, prevede la presenza del sistema elettronico di controllo della stabilità ESP, e a bordo un dispositivo di infotainment con navigatore satellitare e Bluetooth a comando vocale. La dotazione di sicurezza prevede gli airbag laterali e a tendina per tutti gli occupanti, il Trailer Sway Control, che segue il comportamento del rimorchio e, in caso di sbandata improvvisa di quest'ultimo, aziona l'impianto frenante; il Load Adaptive Control, l'assistenza in frenata nelle discese e l'assistenza alle partenze in salita

Per i mercati europei, il Ranger Wildtrack sarà declinato in due motorizzazioni, entrambe Turbodiesel della famiglia Ford Duratorq TDCi, abbinati a un nuovo cambio automatico a sei rapporti, e a una trasmissione manuale, anch'essa a sei marce, entrambi studiati - affermano i tecnici Ford - per ottimizzare i valori di potenza e coppia senza incidere sui consumi.

L'offerta dei motori si articola sul nuovo TD da 2,2 litri, quattro cilindri, da 150 CV e 375 Nm di coppia, e sul più grosso 5 cilindri da 3,2 litri per 200 CV di potenza e 470 Nm di coppia. La trasmissione automatica presenta due modalità: normale (per marcare l'accento sul comfort e il risparmio di carburante) e Performance, adatto a una guida più sportiva e che dà la possibilità al conducente di selezionare i rapporti in modalità manuale - sequenziale.

Al cambio manuale a sei rapporti è abbinato un indicatore di cambio marcia alla strumentazione, che indica all'istante il momento migliore per cambiare rapporto in funzione dell'economicità di marcia.

Ancora all'insegna dell'ottimizzazione dei consumi è il sistema di gestione della batteria, che controlla l'alternatore in modo da spegnerlo in accelerazione e riaccenderlo in decelerazione.

Se vuoi aggiornamenti su FORD inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 01 marzo 2011

Altro su Ford

Ford Fiesta 2017: ecco la settima generazione
Anteprime

Ford Fiesta 2017: ecco la settima generazione

La nuova Ford Fiesta 2017 vanta tanta tecnologia e un look che strizza l’occhio alle monovolume.

Ford KA+, un piccolo grande plus
Ultimi arrivi

Ford KA+, un piccolo grande plus

Con due porte in più rimane agile e aumenta l’offerta di comfort. Si avvicina alla Fiesta, che però nel 2017 crescerà in una nuova generazione.

Ford Kuga restyling 2017: primo contatto
Ultimi arrivi

Ford Kuga restyling 2017: primo contatto

Sulle strade che portano a Capo Nord per scoprire la nuova Ford Kuga restyling 2017.