Porsche 918 RSR: obiettivo 24 Ore del ‘Ring

Presentata al Salone di Detroit la versione da competizione dell’intrigante Porsche 918. La vedremo alla prossima 24 del Nurburgring.

Porsche 918 RSR: obiettivo 24 Ore del 'Ring

Tutto su: Porsche 918

di Francesco Donnici

10 gennaio 2011

Presentata al Salone di Detroit la versione da competizione dell’intrigante Porsche 918. La vedremo alla prossima 24 del Nurburgring.

Anticipata poche ore prima da un video-teaser, Porsche presenta all’apertura del Salone di Detroit (10-23 gennaio) la 918 RSR, versione da corsa dell’affascinante e avveniristica ibrida sportiva 918 Spyder Concept che ha fatto il suo debutto all’ultimo Salone di Ginevra.

Destinata a competere alla 24 Ore del Nurburgring 2011, la RSR eredita parte della meccanica vista sulla 918 Spyder: il sistema ibrido eroga complessivamente 767 CV, 563 derivati dal V8 termico posizionato dietro l’abitacolo, mentre gli altri 204 CV vengono sviluppati da due motori elettrici situati nella parte anteriore della sportiva tedesca. I propulsori elettrici sfruttano l’energia di un volano che ruota ad una velocità di 36.000 giri/min attraverso il sistema di recupero di energia durante le frenate.

Nel caso in cui il pilota avesse bisogno di maggiore potenza, un pulsante posizionato nell’abitacolo permette di fornire una spinta continua per otto secondi: la coppia viene distribuita ad ogni singola ruota grazie alla presenza dei due motori elettrici sull’asse anteriore, migliorando così la tenuta di strada nelle curve più impegnative.

Esteticamente, rispetto alla versione Spyder, la 918 RSR guadagna un hard-top rigido, due nuove portiere dotate di apertura verticale e una grande ala aerodinamica posizionata sul lunotto posteriore. L’austero abitacolo è stato spogliato di ogni comfort per contenere al massimo il peso complessivo della vettura.

La plancia in stile “racing” offre tutte le indicazioni necessarie su un display posizionato dietro la strumentazione e il volante a tre razze che incorpora i paddle del cambio a sei rapporti. Al centro troviamo la lunga e obliqua consolle centrale che ospita al posto dei tradizionali pulsanti numerose levette, mentre il sedile del pilota è caratterizzato da un guscio realizzato in fibra di [glossario:carbonio] ricoperto da un rivestimento in pelle marrone, al posto di quello del passeggero invece è stato posizionato l’ingombrante sistema di recupero di energia.[!BANNER]

Come avevamo anticipato, la 918 RSR per il momento rimane un prototipo che con ogni probabilità vedremo partecipare alla prossima edizione della 24 Ore del Nurburgring, dove Porsche ha vinto per quasi 40 anni di seguito, fino all’arrivo nel 2010 della “cugina” Audi R15. Per quanto riguarda la commercializzazione i più ottimisti prevedono un debutto sul mercato nel 2012. Sicuramente la calda accoglienza e l’interessamento dimostrato in queste ore al Salone di Detroit da parte di molti possibili clienti lasciano ben sperare.