Alfa Romeo: due Giulia Veloce al Giro d’Italia

Una è la vettura ufficiale del Giro d’Italia mentre l’altra è in dotazione alla Polizia e seguiranno la carovana dei ciclisti per oltre 3.500 km.

Alfa Romeo: due Giulia Veloce al Giro d’Italia

Tutto su: Alfa Romeo Giulia

di Valerio Verdone

16 maggio 2018

Il Giro d’Italia è partito il 4 maggio da Gerusalemme per arrivare a Roma il 27 maggio dopo 21 tappe, incluse quelle celeberrime, che metteranno i corridori a confronto con le salite più impegnative del nostro paese. Ma per accompagnare la carovana nei loro 3.562,9 km sono state designate due vetture Alfa Romeo d’eccezione.

La Prima è una Giulia Veloce che rappresenta l’auto ufficiale del Giro d’Italia, mentre la seconda è una gemella che indossa i colori della Polizia di Stato. Si tratta di auto affascinanti, veloci e parsimoniose, grazie al 2.2 turbo diesel da 210 CV che alberga sotto il loro cofano e che scarica tutta la potenza sull’asfalto con la collaborazione della trasmissione automatica ad 8 rapporti e della trazione integrale.

Due auto sportive, proprio come la manifestazione dedicata al ciclismo che ha estimatori in tutta Italia e nel mondo intero. Il vincitore verrà celebrato a Roma, come è accaduto solamente tre volte, precisamente nel 1911, 1950 e 2009 ma intanto ogni corridore potrà ammirare la berlina del Biscione che sfreccerà a loro fianco riprendendo una tradizione, quella della denominazione Veloce, nata nel lontano 1956 con la mitica Giulietta.

Ma l’evento in sé, anche grazie alla Giulia Veloce della Polizia, celebra la collaborazione tra Alfa Romeo e la Polizia di Stato che affonda le sue radici agli inizi degli anni cinquanta con la 1900 T.I. da ben 100 CV. Da allora sono state diverse le vetture del Biscione ad indossare la divisa: dalla mitica Giulietta T.I. passando per l’affascinante coupé Sprint 2600 firmata Bertone datata 1955, le varie Alfasud, Alfa 90, 33, 75, 156 e 159, fino ad arrivare alla Giulietta.