Fiat: il programma Autonomy al Motor Show 2010

Al Motor Show di Bologna sarà riservato un ampio spazio al programma Autonomy del Gruppo Fiat. Presente anche una Abarth 500 Assetto Corse

Fiat: il programma Autonomy al Motor Show 2010

di Eleonora D'Uffizi

17 novembre 2010

Al Motor Show di Bologna sarà riservato un ampio spazio al programma Autonomy del Gruppo Fiat. Presente anche una Abarth 500 Assetto Corse

Al Motor Show di Bologna 2010 tra gli stand del Gruppo Fiat, si potrà visitare anche quello dedicato al Programma Autonomy, che è pensato per soddisfare le esigenze di un’importante nicchia di mercato. Dal 1995, infatti, la Casa realizza veicoli di trasporto individuali e collettivi destinati ai clienti con ridotte capacità motorie, sempre in linea con le novità di prodotto.

Nell’area espositiva si potranno vedere da vicino due veicoli, un’Alfa Romeo MiTo e un Doblò Tetto Alto, trasformati da due degli allestitori specializzati che collaborano con Fiat.

Doblò Tetto Alto by Guidosimplex 

La ditta Guidosimplex ha preparato il Nuovo Doblò Tetto alto equipaggiato con un 1.6 Multi-jet da 90 CV Euro 5, abbinato a un cambio Dualogic 5 marce, che fa registrare emissioni di CO2 e consumi ridotti: rispettivamente 133 g/km e 5,0 litri/100 km nel ciclo combinato (dati dichiarati). Sulla vettura sono di serie ESP,  side bag con funzione protettiva per testa e torace, sistema Start&Stop e, sulle motorizzazioni diesel, il filtro antiparticolato DPF.

Alfa Romeo MiTo by Kivi

La seconda vettura è stata allestita dalla ditta Kivi. Si tratta della compatta Alfa Romeo MiTo equipaggiata con l’innovativo cambio automatico a doppia frizione a secco Alfa TCT. La motorizzazione è invece il 1.4 MultiAir da 135 CV, con l’ormai classico sistema Alfa DNA (per selezionare la modalità più adatta alla situazione di guida) e il dispositivo Start&Stop, che aiuta a limitare i consumi.

Abarth 500 Assetto Corse

Presso lo stand si potrà incontrare anche il pilota Alfredo Di Cosmo con la sua Abarth 500 Assetto Corse allestita dalla ditta Guidosimplex: acceleratore a cerchiello elettronico sopra il volante, freno a cerchiello dietro il volante meccanico e servofrizione elettronica posta sopra il cambio sequenziale sadev. La supersportiva Abarth adotta un 1.4 16v Turbo da 190 CV, pesa 970 kg ed è preparata con assetto e freni da corsa come da regolamento ufficiale Abarth.[!BANNER]

Assistito dalla società Autoalberta by Uboldi Corse, il pilota milanese (che nel 1995 perse l’uso delle gambe in seguito a un grave incidente) parteciperà il prossimo anno al Trofeo 500 Abarth Italiano e Europeo.

Ospite del Programma Autonomy anche il designer Danilo Ragona, che alla luce della propria esperienza personale e professionale ha reinterpretato le esigenze delle persone diversamente abili, fondendo i concetti di bellezza e funzionalità declinati in un prodotto industriale.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...