Milano Autoclassica: Fca si annuncia protagonista

Abarth, Alfa Romeo, Fiat, Jeep e Lancia di ieri e di oggi saranno presenti a "Milano Autoclassica". In programma anche una serie di test drive.

Abarth 595 turismo e competizione

Altre foto »

Mai come in questi ultimi anni il passato e il presente dell'automobile sono stati legati da un fil rouge fra storia e attualità. Sempre più spesso, le più importanti rassegne dedicate alle auto d'epoca vedono la presenza ufficiale delle grandi Case, per presentare le più recenti novità che spesso mantengono più di un elemento in comune con la storia. Non fa eccezione "Milano Autoclassica", kermesse che nel prossimo fine settimana (da venerdì 20 a domenica 22 marzo) animerà i padiglioni di Milano Fiera. E fra i marchi (una decina) che hanno assiucrato la propria presenza alla kermesse milanese, Fca - Fiat Chrysler Automobiles sarà presente con una rappresentanza di Abarth, Alfa Romeo, Fiat, Jeep e Lancia: modelli che arrivano dal passato, vetture che esprimono continuità di stile e design.

Abarth: passato e presente a "Milano Autoclassica"

Lo stand dello Scorpione a "Milano Autoclassica" vedrà la presenza di un esemplare storico di Abarth 595 SS, versione ulteriormente elaborata (32 CV, 130 km/h di velocità massima) della "piccola" Abarth 595, modello - spartiacque per Abarth: introdotta nel 1963, la 595 - grazie alla esclusiva strumentazione Jaeger, il volante a tre razze, il carburatore doppio corpo Solex C 28 PBJ montato su apposito alloggiamento in alluminio, la coppa olio in alluminio e lo specifico sistema di aspirazione e scarico dei gas -, ha segnato una intera generazione di piloti e rappresenta una pietra miliare per il marchio. Accanto a 595 SS, Abarth esporrà la nuova 595 "Competizione", presentata al Salone di Ginevra: la vettura viene allestita con il nuovo 1.4 T-Jet da 180 CV abbinato al cambio Abarth sequenziale robotizzato, sedili anatomici a guscio "Abarth Corsa by Sabelt" e impianto frenante maggiorato Brembo con pinze fisse in alluminio a 4 pistoncini.

Alfa Romeo: 33 TT12 e Giulietta di ieri e oggi a "Milano Autoclassica"

Campione del Mondo Marche nel 1975 e nel 1977, vincitrice alla Targa Florio con Nino Vaccarella, portata in gara magistralmente da Arturo Merzario e Vittorio Brambilla, Henri Pescarolo e Dereck Bell, Mario Andretti e Jochen Mass, Jacky Ickx, Rolf Stommelen e Jody Scheckter, la Alfa 33 TT12 - equipaggiata con il 12 cilindri Boxer (500 CV) progettato da Carlo Chiti - farà bella mostra di sé a "Milano Autoclassica", insieme alla Alfa Romeo 1300 Sprint del 1964 (di fatto l'ultima serie della iconica Giulietta Sprint, la "fidanzata d'Italia" che con questa edizione concluse una fortunatissima carriera iniziata un decennio prima) caratterizzata dal 4 cilindri bialbero da 1,3 litri completamente realizzato in alluminio. Accanto a loro, lo stand del Biscione a "Milano Autoclassica" ospiterà la nuova Alfa Romeo Giulietta Sprint che ha portato al debutto il nuovo 1.4 MultiAir da 150 CV (210 km/h e 8,2 secondi nello 0 - 100 km/h), equipaggiata con paraurti posteriore sportivo, terminali di scarico maggiorati e cerchi in lega Sprint 17'' a cinque fori.

Fiat: a "Milano Autoclassica" la 500 del 1957 e... la 500 Vintage '57

Lo spazio Fiat a "Milano Autoclassica" sarà all'insegna di 500 di oggi e di ieri. Saranno in esposizione la "prima" Nuova 500 del 1957 (capostipite di una storia che si concluse nel 1975 con quasi quattro milioni di unità prodotte), uno dei capolavori di Dante Giacosa, che contribuì a completare il boom della motorizzazione di massa avviato con la Fiat 600; e la nuova Fiat 500 Vintage '57, proveniente dal Salone di Ginevra: tinta carrozzeria inazzurro pastello, tetto verniciato in bianco (così come lo spoiler, l'antenna e i gusci specchi retrovisori), cerchi in lega bianchi cromati da 16" di stile rétro e motorizzazione, a scelta, 1.2 da 69 CV, 0.9 Twin Air da 65 CV, 0.9 Twin Air da 85 CV e 0.9 Twin Air 105 CV, oltre al diesel 1.3 Multijet da 95 CV.

Jeep: a "Milano Autoclassica" la storia dell'offroad

Dalla Seconda guerra mondiale ai giorni nostri: ecco, in poche parole, la filosofia Jeep a "Milano Autoclassica". Lo stand del marchio produttore dei 4x4 - simbolo made in Usa sarà presente alla rassegna di Milano Fiera con la prima Jeep Willys Overland del 1945 (antesignana del primo esemplare 4x4 Jeep a uso civile denominato CJ-2A), accanto alla nuova Jeep Renegade: la vettura, presente nella "top five" dei modelli più venduti a inizio 2015 nel suo segmento in Italia, viene prodotta a Melfi e commercializzata in oltre 100 nazioni nel mondo, compresi gli Usa. Lo stand Jeep a "Milano Autoclassica" si completa con la nuova Wrangler "X Edition", realizzata su Jeep Wrangler "Sahara" e caratterizzata dalla griglia a sette feritoie in tinta con la carrozzeria e inserti di colore nero lucido, il cofano motore rialzato con doppie prese d'aria ed esclusiva decalcomania, i cerchi in lega da 18" Gloss Black e tappo del serbatoio nero "by Mopar".

Lancia: Ardea e Ypsilon "30th Anniversary" a "Milano Autoclassica"

Sempre più all'insegna del "piccolo", Lancia esporrà a "Milano Autoclassica" le sue "baby" di ieri e di oggi. Ad iniziare da Lancia Ardea (equipaggiata con un quattro cilindri a V stretto di 903 cc, la cilindrata più piccola mai prodotta da Lancia), che alla rassegna sarà presente in un esemplare del 1940 (prima serie), vettura che nonostante le dimensioni minimal mette in mostra tutte le soluzioni di stile ed eleganza tipiche Lancia: interni in morbido panno grigio o nocciola, e disponibili a richiesta in pelle; una strumentazione completa che include tachimetro con contachilometri totale e parziale, indicatori del livello di carburante e della pressione dell'olio e l'orologio a carica manuale con durata di otto giorni; accessori lussuosi e al contempo discreti - in pieno stile Lancia - come il posacenere nascosto nel pomolo per l'apertura del cassetto e la tendina in raso avvolgibile che "oscura" parzialmente il lunotto per bloccare la penetrazione dei raggi del sole all'interno dell'abitacolo. All'insegna dell'attualità secondo Lancia è la nuova serie celebrativa Ypsilon "30th Anniversary", realizzata in occasione di primi trent'anni della "famiglia" iniziati con Autobianchi Y10 e, dal 1996, proseguiti con Ypsilon.

Oltre alla rappresentanza "statica", Fca proporrà alla "Classic Circuit Arena" (la pista esterna di "Milano Autoclassica") la possibilità, a tutti i visitatori, di salire a bordo di Alfa Romeo, Abarth, Fiat e Jeep. Si tratta, più nel dettaglio, di test drive con Alfa Romeo 4C Coupé, Abarth 695 Biposto, la nuova Fiat 500X e Jeep Renegade.

Se vuoi aggiornamenti su MILANO AUTOCLASSICA: FCA SI ANNUNCIA PROTAGONISTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 17 marzo 2015

Vedi anche

Bmw Next 100 Festival: motori non solo, a Monza

Bmw Next 100 Festival: motori non solo, a Monza

In occasione del centenario della Casa dell’elica e dei 50 anni di Bmw Italia si terrà un festival di tre giorni all’Autodromo di Monza.

Raduno Suzuki 4x4 2016: emozioni off-road sulle Alpi cuneesi

Raduno Suzuki 4x4 2016: emozioni off-road sulle Alpi cuneesi

La quinta edizione del raduno Suzuki 4x4 è riuscita a mescolare sapientemente la passione per l'off road con la bellezza di paesaggi mozzafiato.

Auto storiche: i cinquant

Auto storiche: i cinquant'anni Asi celebrati a Torino

Una carovana di 180 fra auto, moto e veicoli militari d'epoca ha animato l'evento dei 50 anni Asi che si è svolto lo scorso weekend.