Mercedes Classe S 250 CDI BlueEFFICIENCY

la Mercedes Classe S debutta con l’efficiente quattro cilindri turbodiesel che coniuga buone prestazioni a consumi contenuti

Mercedes Classe S 250 CDI BlueEFFICIENCY

Tutto su: Mercedes-Benz Classe S

di Francesco Donnici

24 settembre 2010

la Mercedes Classe S debutta con l’efficiente quattro cilindri turbodiesel che coniuga buone prestazioni a consumi contenuti

Il downsizing colpisce ancora: la Mercedes Classe S 250 CDI BlueEFFICIENCY monterà per la prima volta nella sua storia un quattro cilindri diesel, futura versione entry-level dell’articolata gamma della berlina tedesca composta da motorizzazioni V6, V8 e V12.

Spinta da un di 2.2 turbodiesel common rail dotato di doppia sovralimentazione, l’ammiraglia di Stoccarda sviluppa 204 CV di potenza e 500 Nm di coppia massima già a 1.600 giri, che le permettono di raggiungere i 100 km/h in soli 8,2 secondi e di toccare i 240 km/h di velocità massima. Le ottime doti motoristiche sono controbilanciate da consumi ed emissioni inquinanti veramente contenute visto le generose dimensioni e l’imponente mole della vettura: la Casa di Stoccarda infatti dichiara per la S250 CDI un consumo medio di soli 5,7 litri ogni 100 km percorsi e 149 g/km di anidride carbonica emessa nell’aria.[!BANNER]

Come le altre versioni BlueEFFICIENCY presenti nella gamma Mercedes, anche la S 250 CDI gode di alcuni accorgimenti che le permettono di risparmiare carburante, come il sistema Stop&Start abbinato al cambio 7G-TRONIC PLUS e una nuova gestione elettronica che ottimizza l’uso del propulsore in base ai giri del motore, alla velocità di percorrenza e al volume di carico.