Jeep Patriot 2011, 163 CV e ancora più 4×4

Aggiornamento di stile e contenuti per il Suv americano, da oggi disponibile con un 2.2 CRD da 163 CV (Mercedes) al posto del 2.0 VW

Jeep Patriot 2011, 163 CV e ancora più 4x4

di Andrea Zuanni

16 settembre 2010

Aggiornamento di stile e contenuti per il Suv americano, da oggi disponibile con un 2.2 CRD da 163 CV (Mercedes) al posto del 2.0 VW

La Jeep Patriot si evolve in Model Year 2011. Le modifiche mirano soprattutto a miglirare la qualità dell’abitacolo e le prestazioni, grazie al nuovo propulsore a gasolio di 2.2 litri e 163 CV.

La linea non è più così “squadrata”, anche se le forme, come ogni Jeep che si rispetti, restano pressoché inalterate. L’intervento più rilevante riguarda la parte bassa della carrozzeria, che adotta profili in plastica grezza, pratici nel fuoristrada anche se non troppo eleganti da vedere. Il paraurti anteriore incorpora fendinebbia dal disegno circolare. Nuovi pure i cerchi da 17 pollici.

All’interno quasi tutti i pannelli di rivestimento porte e plancia sono stati modificati con materiali più morbidi, punto debole dell’attuale modello. Il volante ha un nuovo disegno a tre razze con i comandi integrati del nuovo sistema telematico Uconnect.[!BANNER]

Ma la novità più importante è senz’altro l’adozione del nuovo 2.2 CRD di origine Mercedes-Benz in luogo del vecchio 2.0 iniettore pompa Volkswagen. Il nuovo motore eroga 163 CV (23 CV in più rispetto a prima) fra 3600 e 4200 giri/min ed è capace di 320 Nm di coppia.