Motori.it vince la Eco Race Mazda

Dopo 2 giorni di gare siamo saliti sul gradino più alto del podio nella prova di risparmio carburante organizzata da Mazda Italia

Motori.it vince la Eco Race Mazda

di Valerio Verdone

19 giugno 2010

Dopo 2 giorni di gare siamo saliti sul gradino più alto del podio nella prova di risparmio carburante organizzata da Mazda Italia

Per celebrare il decimo anniversario di Mazda Italia e i 90 anni di Mazda, la Casa giapponese ha organizzato una competizione sul Circuito Internazionale Il Sagittario di Latina che ha visto confrontarsi otto squadre composte da giornalisti, rappresentanti di Mazda Italia e responsabili delle compagnie di autonoleggio.

Alle prove libere sul kart sono seguite le qualifiche e la gara endurance. Il secondo giorno è stata invece la volta della Mazda3 Eco Race. Noi c’eravamo e possiamo testimoniare che la voglia di vincere si è presto diffusa tra gli agguerritissimi equipaggi che il secondo giorno hanno dato il loro meglio in pista al volante della Mazda 3. La vittoria assoluta è stata appannaggio della squadra “Le Flotte volanti”, composta dai rappresentanti delle compagnie di autonoleggio, che aveva accumulato il punteggio più alto nelle tre prove.

Noi abbiamo trionfato invece nella Eco Race: la gara conclusiva che obbligava tutti i piloti – cinque per ogni squadra – a sfruttare il minimo quantitativo di gasolio fornito dall’organizzazione per completare più giri possibili del circuito nel tempo di novanta minuti.

Al volante della Mazda 3 2.2 turbodiesel da 150 CV, la World Car della Casa di Hiroshima, abbiamo condiviso quest’avventura con uno splendido equipaggio formato da altri quattro colleghi che avevano il nostro stesso obiettivo: vincere! Con lo spettro della squalifica che minacciava di colpire qualsiasi squadra fosse rimasta senza carburante prima della bandiera a scacchi, abbiamo dovuto adottare una guida pulita senza concedere un metro ai nostri avversari.[!BANNER]

Alla fine siamo saliti sul gradino più alto del podio con la soddisfazione della vittoria, stemperando tra gioia e champagne la tensione di una gara lunga e insidiosa e felici di aver partecipato ad un evento che stando agli organizzatori potrebbe non rimanere isolato diventando il primo di una serie di autentici appuntamenti “Zoom Zoom”.