Villa d'Este: Alfa TZ3, la più bella del reame

La terza "Tubolare Zagato", commissionata da un collezionista tedesco, ha vinto il premio design al concorso. E' un esemplare unico

Alfa Romeo TZ3 Corsa

Altre foto »

La palma di concept più bella (altri sinonimi è difficile trovarne) al Concorso di Villa d'Este è andato all'Alfa TZ3 Corsa realizzata da Zagato.

Alla vettura che rappresenta il terzo capitolo della famiglia "Tubolare Zagato", dopo la TZ del 1963 e la TZ2 del 1965, è infatti stato conferito il "Concorso d'Eleganza Villa d'Este Design Award & BMW Group Design Award" .

La TZ3 ha "battuto" le altre contendenti: Spada Ts Codatronca Coupé, Bentley Continental Flying Star Shooting Brake allestita dalla Touring Superleggera, Ferrari P540 Superfast Aperta Roadster e Frazer-Nash Namir Coupé Hybrid disegnata dalla Italdesign Giugiaro.

Va detto, a onor del vero, che la TZ3, commissionata dal collezionista tedesco Martin Klapp, non ha il telaio tubolare in alluminio, ma una struttura in carbonio a bracci tubolari; la carrozzeria (questa, sì, in alluminio) è stata battuta a mano, per un peso complessivo di appena 850 kg.

Sotto il cofano è stato installato un 4,2 litri V8 a carter secco, che eroga una potenza di 420 CV, derivato dal 4,7 da 450 CV della 8C Competizione. Il cambio è sequenziale a sei rapporti "Tractive".

Così equipaggiata (e in virtù del peso e del favorevolissimo rapporto peso-potenza di 2,02 kg/CV) la TZ3 raggiunge una velocità di 300 km/h e un'accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3,5 secondi.

Il riconoscimento ottenuto a Villa D'Este è una testimonianza della bontà di un progetto senza tempo. La realizzazione di Zagato, infatti, è stata concepita dopo più di quarant'anni dalla TZ2, l'ultima "tubolare" costruita su meccanica Giulia Ti 1600 bialbero, che a sua volta costituiva una evoluzione "estrema" della TZ.

Se vuoi aggiornamenti su ALFA ROMEO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 26 aprile 2010

Altro su Alfa Romeo

Alfa Romeo Stelvio: primo contatto con il SUV del Biscione
Ultimi arrivi

Alfa Romeo Stelvio: primo contatto con il SUV del Biscione

L’Alfa Romeo Stelvio arriva sul mercato italiano con prezzi che partono da 50.800 euro e motori con potenze che raggiungono i 280 CV.

Alfa Romeo Giulia Sportwagon: cancellata la produzione
Mercato

Alfa Romeo Giulia Sportwagon: cancellata la produzione

I dirigenti Alfa hanno bocciato la Giulia Sportwagon, che quindi non arriverà mai sul mercato. Il marchio punta sul nuovo SUV Stelvio.

Fca: la piattaforma Giorgio anche per Jeep, Dodge e Maserati?
Anteprime

Fca: la piattaforma Giorgio anche per Jeep, Dodge e Maserati?

Fonti Web rivelano che Fca, per compensare i costi di rilancio Alfa Romeo, potrebbe far adottare il nuovo pianale da un’ampia gamma di modelli.