Faw Ca7600l, la limousine dal sapore rétro

Al salone di Pechino fa bella mostra di sé una limousine cinese dalle dimensioni di una Maybach limousine, ma sapore retro

Faw Ca7600l, la limousine dal sapore rétro

di Francesco Giorgi

26 aprile 2010

Al salone di Pechino fa bella mostra di sé una limousine cinese dalle dimensioni di una Maybach limousine, ma sapore retro

Poteva mancare, al Salone di Pechino, la limousine di rappresentanza che potrebbe andare bene al trasporto della nomenklatura del Partito? No, certo. Ecco fare bella mostra di sé la Faw Ca7600l, “ammiraglia” dal sapore retro, che coniuga… tre stili un una sola vettura.

L’estetica, infatti, sembra presa pari pari da una “americana” degli anni ’50 per la parte anteriore (grandi fari rotondi, vistosa – e altrettanto ampia – mascherina cromata, grande paraurti con modanatura anch’essa cromata).

L’aspetto laterale ricorda piuttosto chiaramente la Rolls Royce Phantom (linea di cintura alta, portiere con apertura ad armadio, grande montante posteriore: pure le sottili modanature cromate ricordano l’ultima nata di Crewe).

E, per le dimensioni (è lunga ben 6,37 metri, larga 2,01 e alta 1,71 metri), la Faw sembra modellata sulla Maybach, che peraltro a Pechino espone le 57 e 62 “ristilizzate”. 

Rispetto alla Phantom che, nel miscuglio di stili, sembra la vettura alla quale i progettisti cinesi si sono più ispirati (la Faw è un po’ più leggera, 2.800 kg contro 3.170 kg), malgrado 29 cm in meno, è anche meno potente. Sotto il cofano, infatti, è stato installato un V12, prodotto dallo stesso Costruttore, da 6 litri che eroga 402 CV.[!BANNER]

Fra le altre caratteristiche di questa vettura, che sembra tornare indietro di una ventina d’anni alle grandi limousine che servivano al trasporto dei dirigenti della Repubblica popolare (non a caso: lo stand di presentazione al Salone di Pechino esibiva uno schermo che proiettava senza sosta delle immagini di Deng Xiaoping, il leader riformatore che, per primo, introdusse il concetto di “economia di mercato” in Cina), la Faw viene costruita equipaggiata con un microfono sul tetto per parlare alle folle.