New York: Equus, l’ammiraglia di Hyundai

Cinque metri e sedici cm di lunghezza, motore V8 da 4,6 litri: una berlina premium per la Casa coreana che gioca la carta americana

New York: Equus, l'ammiraglia di Hyundai

Tutto su: Hyundai

di Francesco Giorgi

05 aprile 2010

Cinque metri e sedici cm di lunghezza, motore V8 da 4,6 litri: una berlina premium per la Casa coreana che gioca la carta americana

Arriverà negli Stati Uniti, ma non in Europa. Si tratta della Hyundai Equus, vettura alto di gamma (per la Casa coreana) che il Costruttore ha presentato in questi giorni al Salone di New York.

L’aspetto esteriore della Equus è quello di una berlina a quattro porte di classe superiore, dotata di linee “importanti” e che, per questo motivo, potranno suscitare un certo interesse nei gusti degli automobilisti d’oltreoceano (almeno, per la clientela abituata a vetture da cinque metri di lunghezza).

La Equus, infatti, il cui pianale si basa su quello della Hyundai Genesis ma allungato di 18 cm, misura oltre 5,10 metri. La trazione, come per molte berline premium, è posteriore.

Sotto il cofano anteriore trova posto un V8 da 4,6 litri di cilindrata che eroga una potenza di 378 CV e 439 Nm di coppia, accoppiato a un cambio automatico a sei rapporti Shiftronic manuale-sequenziale.[!BANNER]

I dati di consumo sono anch’essi… importanti: una media di 14,7 litri per 100 km a ciclo urbano, lievemente mitigato dai circa 10 litri richiesti in media nell’uso autostradale (ricordiamo, però, che il limite massimo sulle Highway USA è fra le 65 e le 75 miglia, cioè 105-120 km/h. A bordo di una vettura di questa classe, è come essere fermi.

Il peso della vettura è di 1.984 kg. L’assetto comprende sospensioni pneumatiche a controllo elettronico. Fra gli accessori di serie, sedili a massaggio lombare, telecamera per il parcheggio e impianto audio da 17 altoparlanti. Non è prevista una sua esportazione in Europa.