Bruxelles: al via il primo Salone europeo del 2010

Alla kermesse di quest'anno (88esima edizione) 87 novità. Fra queste le Ford Galaxy e S-Max, le Fiat Doblò e 500 Multijet II e la Citroen C-Zero

Non solo Detroit, non solo New Delhi. Oggi, anche le rassegne europee dedicate all'auto inaugurano il 2010, con il Salone di Bruxelles che apre i battenti per l'88esima edizione dell'European Motor Show Brussels 2010.

La kermesse, in programma fino al 24 Gennaio, si svolge sui dieci padiglioni dell'Expo della capitale del Belgio. Gli organizzatori della FEBIAC (la Federazione belga dell'Industria dell'Auto, del Ciclo e del Motociclo) promettono, per l'edizione di quest'anno, un afflusso di visitatori superiore a quello registrato nelle passate edizioni (che avevano registrato una media di 300.000 visitatori, con una punta di 350.000 persone nel 2007 e una leggera flessione - 325.000 visitatori - l'anno scorso).

Fra le novità, suddivise in 3 sezioni - première mondiali, novità europee e "prime" nazionali" - la rassegna ne presenterà in tutto 87. Vediamo quali saranno le più significative.

Première mondiali al Salone di Bruxelles

A fare gli onori di casa, la filiale belga della Ford, che espone la S-Max e la Galaxy, versioni rinnovate delle multispazio dell'Ovale blu. Entrambe le vetture, come anticipato da Motori.it lo scorso Dicembre, sono i primi modelli Ford ad avvalersi dell'iniezione diretta con alimentazione EcoBoost e turbocompressore per i motori Duratorq, che saranno disponibili in due versioni, entrambe 2 litri: benzina da 203 CV (221 km/h la velocità massima, consumo dichiarato dalla Casa di 8,1 litri per 100 km a ciclo medio e 189 g/km di emissioni) e gasolio (disponibile in due livelli di potenza: 143 e 160 CV).

Ai propulsori più tradizionali risponde la Citroen, che presenta la C-Zero, citycar elettrica strettamente imparentata con la Mitsubishi i-MiEV (anch'essa esposta a Bruxelles, ma fra le "novità nazionali"), con la quale condivide la progettazione, il pianale e il gruppo propulsore. La C-Zero, già descritta da Motori.it, è alimentata da un motore elettrico di tipo sincrono permanente da 47 kW (64 CV) che riceve energia da una batteria al litio da 50 Ah, raggiunge i 130 km/h di velocità massima e promette un'autonomia di marcia di 130 km. E' attesa in produzione per la fine del 2010.

Prima mondiale anche per il Lingotto, che a Bruxelles, in parallelo con il suo lancio nei listini, espone la nuova serie del Doblò, il multivan proposto in 7 differenti modelli (furgone passo corto e lungo, a tetto alto, combi 5 posti passo corto e lungo; e ancora le inedite versioni a pianale corte e lunghe per specifiche attività professionali) e in quattro motorizzazioni (benzina da 95 CV e tre turbodiesel Multijet da 90, 105 e 135 CV) con sistema Start & Stop di serie, in attesa che la gamma sia arricchita dalla versione "ecologica" Natural Power (benzina - metano) e un turbodiesel con cambio robotizzato Dualogic.

Première mondiale anche per la Hyundai i30 EcoSport, modello che abbina caratteristiche sportive a livello di estetica (minigonne laterali, nuovi paraurti con l'elemento anteriore caratterizzato da una presa d'aria inferiore allargata e un sottile spoiler) e negli interni, proposti con sedili di forma più avvolgente rispetto a quelli già presenti, e rifiniti in cuoio con cuciture rosse (stesso materiale utilizzato per il rivestimento della leva del cambio), all'economico 1.6 turbodiesel da 90 CV già presente nella CRDi, che denuncia un consumo medio dichiarato di 4,3 litri per 100 km e 113 g/km di emissioni di CO2.

La sesta anteprima ufficiale che sarà presentata all'Expo di Bruxelles è la Mini One Cabrio, della quale Motori.it ha appena anticipato l'arrivo. La "scoperta" dell'azienda di Oxford che fa parte del Gruppo BMW viene svelata in configurazione Model Year 2010: al posto del motore 1.397 cc, ora monta il 1.598 a distribuzione Valvetronic della BMW. Si allinea, così, al rinnovamento al quale è stata sottoposta la gamma delle Mini per il 2010.

Ecco le anteprime europee del Salone

La rassegna delle novità per i nostri mercati si apre con l'Alfa Brera Independent, già presentata l'estate scorsa e protagonista, in questi mesi, di un tour promozionale partito a Novembre a Milano e che è proseguito attraverso le più importanti città europee. Proposta in 900 esemplari a 32.200 euro, è una edizione speciale della coupé del Biscione in configurazione 2.2 JTS Selespeed e "riveduta e corretta" da Italia Independent, l'azienda di moda creata da Lapo Elkann.

E c'è grande attesa per la "prima" europea della Audi A8, nuova versione dell'ammiraglia dei Quattro anelli. La vettura (disponibile al momento del lancio in due motorizzazioni: il 4.2 FSI V8 da 372 CV e il 4.2 TDI da 350 CV), che viene mostrata in contemporanea al Salone di Detroit, è stata ideata in maniera da abbinare eleganza e sportività, secondo la volontà espressa dai dirigenti di Ingolstadt.

La novità a marchio Fiat per il Salone di Bruxelles è la 500 equipaggiata con il 1.3 Multijet II da 95 CV, annunciata a fine Novembre. Si tratta della versione ancora più parsimoniosa della "piccola" a gasolio del Lingotto: il motore, sviluppato e prodotto dalla FPT (Fiat Powertrain Technologies) al quale viene accoppiato il sistema Start&Stop, permette alla 500 di raggiungere i 180 km/h di velocità massima, i 100 km/h con partenza da fermo in 10,7 secondi e consumi dichiarati (a ciclo medio) di 3,9 litri per 100 km e 104 g/km di emissioni di CO2.

Dal Giappone, la Nissan presenta alla rassegna belga la 370Z Roadster. La versione scoperta della coupé del Sol Levante (dalla quale si differenzia per la capote in tela ripiegabile sotto il tonneau a doppia gobba dietro i due sedili riscaldabili), esposta in anteprima al Salone di New York 2009, è attesa al lancio in primavera. La meccanica è la stessa della 370Z Coupé presente nei listini della Nissan dal 2008: motore V6 in alluminio da 3,7 litri che sviluppa 332 CV a 7.000 giri/min abbinato a un cambio che può essere, a scelta, manuale a 6 marce a comandi ravvicinati oppure automatico - sequenziale a 7 rapporti. Fra gli equipaggiamenti disponibili, confermati il SynchroRevControl, che ottimizza i giri motore nelle scalate di marcia con delle "doppiette" gestite direttamente dalla centralina e il sistema ASC (Adaptive Shift Control).

La quinta novità europea è la Porsche Boxster Spyder, esposta in anteprima al Salone di Los Angeles. La versione roadster della più compatta di Zuffenhausen a motore centrale 3.4, portato a 320 CV, entrerà in listino il mese prossimo. Le sue caratteristiche di sportiva en plein air trovano conferma in un corpo vettura semplificato, sul quale domina il minuscolo tettuccio di tela utile solo a riparare l'abitacolo: si capisce che è stato creato apposta per essere utilizzato... se non è strettamente indispensabile.

Se vuoi aggiornamenti su BRUXELLES: AL VIA IL PRIMO SALONE EUROPEO DEL 2010 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 14 gennaio 2010

Vedi anche

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

A Bologna Fiere in esposizione sei vetture che presero parte alla "Freccia Rossa": anteprima della mostra che si inaugurerà il 26 marzo a Brescia.

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Percorriamo la storia del Gruppo francese attraverso i suoi modelli storici e l’attenzione per l’Heritage.

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Attraverso le strade della Mille Miglia al volante della Fortwo Turbo Twinamic