Ferrari e Maserati a Detroit con Chrysler

Al Salone di Detroit, Ferrari e Maserati saranno nello stand con gli altri marchi del Gruppo Fiat per sancire l'unione con Chrysler

Tutti insieme appassionatamente. Questo sembra essere il leit motiv di Casa Fiat alla vigilia del Salone dell'auto di Detroit, che prenderà il via nella metropoli del Michigan il prossimo 11 gennaio. Questo vuol dire che tutte le auto del gruppo del Lingotto, troveranno posto nello stesso stand, per sancire l'unione con Chrysler di fronte al pubblico statunitense.

Di conseguenza, le rosse di casa Ferrari abbandoneranno le zone riservate alle auto di lusso per dividere gli spazi con Dodge, Jeep, Fiat e Alfa Romeo. Stessa localizzazione anche per Maserati, che lascerà il padiglione di Rolls-Royce, Bentley e Lamborghini per rimanere "in famiglia".

Proprio l'azienda fondata da Alfieri Maserati nel 1914 è forse quella che si aspetta di più dal 2010: l'obbiettivo è di aumentare i profitti, mantenendo però invariate le vendite, che nel 2009 erano calate del 40% rispetto al 2008.

Il partecipare alla fiera di Detroit nello stesso padiglione non dovrebbe infine significare automaticamente che Ferrari e Maserati siano coinvolte nella sinergia tra Fiat e Chrysler. Tuttavia i più informati sostengono che sia inevitabile che il know how dei due storici costruttori modenesi venga trasferito a qualche modello di punta delle case d'oltreoceano.

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 03 gennaio 2010

Altro su Ferrari

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali
Anteprime

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali

La Casa di Maranello proporrà 70 colorazioni per ognuno dei 5 modelli in listino

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico
Motorsport

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico

Il team di Maranello torna all’attacco in seguito alle vicende messicane

Ferrari, Marchionne: dal 2019 una gamma ibrida
Cronaca

Ferrari, Marchionne: dal 2019 una gamma ibrida

Le tecnologie F1 nella produzione stradale: a medio termine la gamma Ferrari (che ha segnato un terzo trimestre da record) sarà benzina-elettrica.