Da Shangai a Parigi su Berlingo elettrica

Il Gruppo PSA e Venturi lanciano una nuova sfida di affidabilità per la Berlingo elettrica. Il percorso si snoda su 13.400 Km di strada

Da Shangai a Parigi su Berlingo elettrica

di Redazione

01 dicembre 2009

Il Gruppo PSA e Venturi lanciano una nuova sfida di affidabilità per la Berlingo elettrica. Il percorso si snoda su 13.400 Km di strada

Coprire la distanza che separa Shangai da Parigi a bordo di un veicolo elettrico. L’idea è balenata a Venturi, piccolo costruttore francese orientato sulle potenzialità della propulsione elettrica. Per mostrarle, Venturi ha deciso di fare un viaggio “a impatto zero” nel mese di maggio 2010. Dalla Cina Venturi si muoverà in direzione Europa con un esemplare del van Citroen Berlingo opportunamente modificato.

L’equipaggio, formato dai professori Xavier Chevin e Géraldine Gabin, si troverà tra le mani lo stesso veicolo progettato da Venturi insieme al Gruppo PSA. Sotto il cofano non trova posto un propuslore termico, bensì un motore elettrico da 42 KW, alimentato da un blocco di batterie al nickel e cloruro di sodio. Si garantisce un autonomia eccezionale, in media tra 350 e 400 chilometri.

Sin dal lancio su strada, nel 2007, il Berlingo siglato First ha iniziato a raccogliere consensi: 500 esemplari sono in dotazione alle poste d’oltralpe, un numero destinato a salire nei prossimi anni sino a 10.000 unità. Nelle scorse settimane dagli impianti Venturi è iniziata la produzione in massa dei multispazio allestiti per le varie attività commerciali.[!BANNER]

Lungo 13.400 chilometri, il raid metterà a dura prova l’affidabilità del mezzo. La partenza è fissata in concomitanza con l’Eposizione Universale, in programma il 2 maggio a Shangai. Seguirà il passaggio per la Cina, il Kazakistan, la Russia, l’Ucraina, la Polonia, la Repubblica Ceca, la Germania e infine la Francia.