Gran Premio Nuvolari 2016: le auto storiche nel nome del Mantovano Volante

L'edizione numero 26 del GP Nuvolari è alle porte: si terrà su 3 tappe da venerdì 16 a domenica 18 settembre. 310 auto storiche di prestigio iscritte.

Gran Premio Nuvolari 2013: la gara

Altre foto »

Da molto tempo l'Italia dell'automobile mantiene uno stretto legame di tradizione con il settore delle auto storiche. E da più di venticinque anni le terre del Mantovano vivono nel nome di "Nivola", che del ricco territorio fra Lombardia, Emilia e Veneto occidentale fu uno dei più importanti testimoni. Tanto che l'immagine e il ricordo del campione simbolo dell'Italia automobilistica vengono celebrati, ogni anno, con uno degli eventi più sentiti dagli appassionati: si tratta del "Gran Premio Tazio Nuvolari", che quest'anno festeggerà l'edizione numero 26.

La manifestazione si svolgerà venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 settembre, a cura del team di organizzatori formato dalla Scuderia Mantova Corse, dall'Automobile Club Mantova e dai curatori del Museo Tazio Nuvolari.

L'edizione 2016 del "Gran Premio Nuvolari" si preannuncia di grande importanza non soltanto per il parterre delle auto storiche attese al via, ma anche perché coincide con l'anno di Mantova quale Capitale italiana della Cultura. E niente di meglio, per gli appassionati di arte e di storia, dell'abbinamento fra l'austera ed elegantissima immagine rinascimentale di Mantova con le "veterane" che si cimenteranno nella "tre giorni" che confluirà in un mini - Giro dell'Italia centro - settentrionale.

L'evento, che come nelle passate edizioni conferma la presenza di Audi in qualità di sponsor principale, di Eberhard & Co come servizio ufficiale di cronometraggio (ricordiamo che dal 1992 la maison horlogère svizzera, in virtù del fatto che "Nivola" possedeva un orologio di questa marca, fabbrica la serie "Tazio Nuvolari"), di Banca Generali e, da quest'anno, di Michelin Classic, sarà aperto esclusivamente alle auto storiche. Ma non a tutte: potranno prendere parte al Gran Premio Nuvolari (finora, informano gli organizzatori, le iscrizioni hanno raggiunto quota 310: cifra che la dice lunga sul gradimento della manifestazione) soltanto le vetture costruite fra il 1919 e il 1969 munite di passaporto Fiva oppure Fiches Fiva Heritage, omologazione Asi o Fiches Csai o appartenenti a un Registro storico di Marca.

La lista delle vetture iscritte al GP Nuvolari 2016 vede una cinquantina di Case automobilistiche, in rappresentanza della più prestigioa produzione europea ed americana. Dalle italiane Fiat, Lancia, Alfa Romeo, OM e Ferrari alle britanniche Triumph, Jaguar, Aston Martin e Bentley; dalle statunitensi Ford, Buick e Chrysler alle tedesche Auto Union, Dkw, Mercedes, Bmw, Porsche fino alle pursang francesi firmate da Ettore Bugatti. Da segnalare, a questo proposito, la Bentley Le Mans Tourer 3.0 del 1923 (primo modello di una fortunatissima stirpe che contribuì a scrivere le prime pagine più importanti nella storia di Bentley nelle competizioni sportive) e, fra i modelli più "recenti", la Alfa Romeo Duetto (quest'anno ricorrono i cinquant'anni dal debutto della iconica spider Alfa) che al GP Nuvolari sarà rappresentata da un esemplare del 1969. E non mancheranno, fra gli equipaggi più temibili, Andrea Vesco e Andrea Guerini, equipaggio che con la fedele Fiat 508S Balilla Sport ha riportato la vittoria nelle ultime quattro edizioni consecutive del Gran Premio Nuvolari.

La presenza di Audi al Gran Premio Nuvolari 2016 sarà sottolineata dall'esposizione, nella storica Piazza Sordello di Mantova, della Auto Union Typ D che "Nivola" portò alla vittoria al GP di Belgrado 1939, competizione che si svolse due giorni dopo che la Germania aveva invaso la Polonia e che segnò l'ultimo successo assoluto per una delle monoposto Auto Union a motore posteriore che nacquero da un progetto di Ferdinand Porsche e (Typ D) vennero poi affidate a Robert Eberan von Eberhorst.

Il Gran Premio Nuvolari 2016 si articolerà su tre tappe, per 1.050 km complessivi, 90 prove cronometrate e 5 prove a media. La prima tappa scatterà venerdì 16 settembre, da Piazza Sordello a Viale Te per disputare le ormai classiche prove cittadine, poi all'Autodromo di San Martino del Lago e all'autodromo "Riccardo Paletti" di Varano de' Melegari prima di affrontare i tornanti del Passo della Cisa, transitare da Carrara ed in serata, terminare la prima giornata a Forte dei Marmi. La seconda tappa (sabato 16) scatterà da Forte dei Marmi per portarsi a Lucca (transitando lungo le antiche Mura), Pisa (Piazza dei Miracoli), Siena (Piazza del Campo) Arezzo, Città di Castello, Urbino e infine Rimini. Al "Grand Hotel" che fu caro a Federico Fellini, la serata ufficiale in onore di Tazio Nuvolari. La terza e ultima frazione (domenica 18) vedrà le vetture prendere il via da Rimini e attraversare, in successione, Meldola, Cesena e Forlì, Imola (presso l'Autodromo "Enzo e Dino Ferrari"), Ferrara (dove si disputerà il "Circuito Ariosteo") e Mantova, dove la bandiera a scacchi sventolerà sul traguardo finale di Piazza Sordello dalle 13,30.

Se vuoi aggiornamenti su GRAN PREMIO NUVOLARI 2016: LE AUTO STORICHE NEL NOME DEL MANTOVANO VOLANTE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 05 settembre 2016

Vedi anche

Salone di Parigi 2016: la nuova Audi RS3 Sedan

Salone di Parigi 2016: la nuova Audi RS3 Sedan

Versione tre volumi ad alte prestazioni di Audi A3, la RS3 Sedan viene equipaggiata con il 2.5 TFSI dalla potenza portata a 400 CV.

Audi Q5 2017: al Salone di Parigi la seconda generazione

Audi Q5 2017: al Salone di Parigi la seconda generazione

La "Sport Utility" di segmento D per Audi debutta al Mondial de l'Automobile 2016. Sarà in prevendita nelle prossime settimane.

Mercedes Classe E All Terrain: si svela al Salone di Parigi 2016

Mercedes Classe E All Terrain: si svela al Salone di Parigi 2016

Inedita edizione offroad di Classe E SW, la nuova Classe E All Terrain presenta dettagli estetici e tecnici improntati al fuoristrada non impegnativo.