Goodwood Festival of Speed 2016: tutte le supercar

Versioni speciali, hypercar e serie limitate: tutte le novità high performance di mercato che saranno presentate al Goodwood Festival of Speed.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio a Francoforte 2015

Altre foto »

"Niente understatement né downsizing, siamo inglesi". Potrebbe essere questo lo slogan per l'edizione 2016 del Goodwood Festival of Speed, uno degli eventi più importanti a livello internazionale fra gli appassionati di auto storiche (e, da alcune edizioni, anche di ghiotte novità "high performance") grazie al "Goodwood Revival" e dove è sempre possibile incontrare i grandi nomi del motorsport

L'evento, ospitato come sempre nel complesso del circuito di 3,8 km che si trova nel territorio di Goodwood House, vicino alle coste meridionali dell'Inghilterra, si prepara a infiammare gli animi degli enthusiasts, che da giovedì 23 a domenica 26 giugno potranno asisstere ai raduni, alle esibizioni, alle parate e sessioni di gara, ai meeting di marca e modello e alla presentazione delle principali novità di mercato, che come sempre formeranno la colonna portante della kermesse che dal 1993, ad ogni inizio estate, catalizza l'attenzione del mondo delle auto storiche da gara e degli ultimi arrivi fra le vetture ad alte prestazioni.

Ed èproprio a queste ultime che fanno riferimento le prime anticipazioni che giungono dalla tenuta di Lord March. Al Goodwood Festival of Speed saranno infatti presenti, in forma ufficiale e in ordine alfabetico, Aston Martin, Alfa Romeo, Audi, Bmw, Bugatti, Ferrari, Ford, Jaguar, Lexus, Maserati, Mazda, McLaren, Mercedes - Amg, Mini, Nissan, Porsche, Renault, Subaru: un mix di supercar, hypercar e berline dall'inconfondibile anima racing chiamate tutte insieme a fare bella mostra di se alla rassegna di oltremanica.

L'Italia dello stile e delle alte prestazioni sarà presente al Goodwood Festival of Speed 2016 con la nuova Giulia Quadrifoglio, vettura già universalmente candidata al ruolo di modello - simbolo del "new deal" per il Marchio del Biscione, con Ferrari 488 Spyder, il modello - di recente debutto sul mercato - che segna il ritorno di Maranello alla sovralimentazione, nonché con la recentissima Maserati Levante, la prima Suv del Tridente.

I "padroni di casa", ovvero le Case auto di oltremanica, porteranno all'evento del West Sussex le nuove Aston Martin DB11 (presentata in anteprima, lo scorso marzo, al Salone di Ginevra) e Vantage GT8 nonché la hypercar Vulcan da 810 CV; McLaren affronta la rassegna di Lord March con la "special" P1 dalla livrea dedicata a James Hunt, in occasione dei 40 anni dalla conquista del titolo mondiale da parte dell'indimenticato campione britannico, e con la 570S Sprint. Dal canto suo, Jaguar presenterà la F-Type SVR equipaggiata con il "supercharged" 5.0 V8 sovralimentato mediante compressore volumetrico e 575 CV di potenza, e Mini porterà in esposizione la nuova serie speciale John Cooper Works Challenge, una serie limitata annunciata nei giorni scorsi e che sarà "tirata" in 100 esemplari esclusivamente per la Gran Bretagna.

Sul "fronte" tedesco, come sempre presente "in massa" alle principali rassegne automotive, Audi presenterà al Goodwood Festival of Speed la nuova A5, di recente debutto, e la R8 Spyder appena svelata al Salone dell'Auto di Torino Parco del Valentino; Ford si prepara a svelare le nuove Fiesta ST200 e Focus RS; Mercedes, dal canto suo, propone in anteprima mondiale la attesa Amg GT-R, edizione che sposta ancora più in alto i valori prestazionali per la "baby" sviluppata in collaborazione con i tecnici di Affalterbach (il noto V8 4.0 biturbo eroga una potenza di 577 CV) . A fare da contraltare alla novità Mercedes - Amg c'è Porsche, che a Goodwood presenta la nuova 911R "aspirata" da 500 CV, insieme alle "special" allestite da Singer, su tutte una 911 del 1990 dalla potenza portata a 390 CV e dal look che si rifà in maniera chiara alla Carrera 2.7 RS del 1973. Un discorso a parte per Bmw, nell'edizione 2016 main partner dell'evento (l'anno scorso tale ruolo era stato affidato a Mazda) che anche a Goodwood celebrerà i 100 anni dalla fondazione del marchio con una rappresentanza dei propri modelli più celebri: dalla 328 MM Roadster del 1938 alla Brabham - Bmw BT52 campione del mondo F1 nel 1983 con Nelson Piquet alla Bmw V12 LMR che vinse la 24 Ore di Le Mans nel 1999, alle nuove Bmw M4 GTS ed M2 e alla concept 2002 Hommage già vista al Concorso d'Eleganza Villa d'Este.

Fra le novità più attese (e sicuramente più fotografate) al Goodwood Festival of Speed 2016, la nuova Bugatti Chiron equipaggiata con il mostruoso V16 sovralimentato con quattro turbocompressori e che sprigiona una potenza di 1.500 CV. Restando in Francia, è da segnalare la nuova Renault Twingo GT.

Le Case giapponesi presenteranno, a Goodwood 2016, la nuova Lexus LC dotata del poderoso V8 "aspirato", la Mazda MX-5 nella serie speciale "Icon", la rinnovata Nissan GT-R e la Subaru WRX Sti che nei giorni scorsi, con Mark Higgins al volante di un esemplare preparato dalla Prodrive e chiamato "Time Attack" (oltre 600 CV di potenza), ha completato il giro al Tourist Trophy (la classica e discussa competizione riservata alle moto) dell'Isola di Man con il tempo di 17'35" a una media di oltre 203 km/h: un record che supera il primato raggiunto nel 2014 dallo stesso marchio delle Pleiadi e dallo stesso driver.

Se vuoi aggiornamenti su GOODWOOD FESTIVAL OF SPEED 2016: TUTTE LE SUPERCAR inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 21 giugno 2016

Vedi anche

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

Il Motor Show 2016 racconta 90 anni di Mille Miglia

A Bologna Fiere in esposizione sei vetture che presero parte alla "Freccia Rossa": anteprima della mostra che si inaugurerà il 26 marzo a Brescia.

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Percorriamo la storia del Gruppo francese attraverso i suoi modelli storici e l’attenzione per l’Heritage.

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Attraverso le strade della Mille Miglia al volante della Fortwo Turbo Twinamic