Abarth, Alfa Romeo e Fiat a Milano AutoClassica

La storia delle berline sportive per Alfa Romeo; la 124 per Abarth e Fiat catalizzeranno l'attenzione degli appassionati all'evento di Milano Fiera.

Alfa Romeo 1900 1950: la storia nelle immagini

Altre foto »

Come sempre più spesso avviene, le rassegne aperte agli appassionati di veicoli storici rappresentano, per le principali Case auto, ghiotte occasioni per esibire anche le rispettive ultime novità di maggiore rilievo: una sorta di liaison di immagine e filosofia aziendale e industriale fra passato e presente.

Dopo la recente presenza "ufficiale" ad Automotoretrò dello scorso febbraio, FCA - Fiat Chrysler Automobiles replica l'esposizione dei propri modelli storici di maggiore prestigio. L'appuntamento è per il prossimo weekend, all'imminente Milano AutoClassica 2016, rassegna dedicata al settore del motorismo storico che si svolgerà nei padiglioni di Milano Fiera (Rho) da venerdì 18 a domenica 20 marzo.

Sono Abarth, Alfa Romeo e Fiat i marchi dell'"asse Torino - Detroit" chiamati a raccontare un lungo cammino di storia a Milano AutoClassica. Più nel dettaglio, il Biscione sarà presente alla rassegna milanese con un focus sulle "berline sportive", storico cavallo di battaglia per Alfa Romeo; Abarth ripeterà il clamore suscitato nei giorni scorsi, al Salone di Ginevra, con l'anteprima ufficiale della 124 Spider (e della "sorella racing" 124 Rally) presentando l'ultima nata fra le "scoperte" insieme alla progenitrice 124 Rally del 1975. Fiat, dal canto suo, giocherà il ruolo di capofila, con l'esposizione ad AutoClassica proprio della nuovissima 124 Spider, ma nella versione più "tranquilla": l'occasione coincide con i cinquant'anni dalla presentazione della "storica" 124 Spider.

Il concetto di berlina di intonazione sportiva costituisce uno dei punti di forza storici nella produzione Alfa Romeo, e porta una data precisa: il 1950. Fu in quell'anno, con la presentazione della leggendaria Alfa Romeo 1900, che il marchio del Biscione inaugurò una nuova filosofia, che l'avrebbe accompagnata fino ad oggi: la "vettura di famiglia che vince le corse", secondo lo slogan, decisamente felice, che venne coniato a metà anni 50 per sottolineare i successi agonistici della 1900: vettura con la quale si correva la domenica e si andava al lavoro al lunedì. Velocità, tenuta di strada, maneggevolezza e Sicurezza attiva hanno fatto di Alfa Romeo 1900 la prima berlina a tre volumi ad alte prestazioni, caratteristiche sino ad allora riservate a vetture decisamente sportive (nella configurazione di carrozzeria) e a modelli di segmento superiore. Il quattro cilindri bialbero della 1900 riceve un costante aggiornamento, che lo porta fino alla soglia dei 115 cv: la berlina milanese arriva a toccare i 180 km/h, velocità impensabile allora per una "vettura da famiglia".
La 1900 termina la sua carriera commerciale dopo 17.390 esemplari prodotti dalle linee del Portello.

"Disegnata dal vento": la Giulia fu rivoluzionaria, nel panorama automobilistico dei primi anni 60. "Ovviamente", alla versione "base" fece immediato seguito una edizione sviluppata espressamente per gli impieghi sportivi: è la Alfa Romeo Giulia TI Super Quadrifoglio, che nacque nel 1963 e venne prodotta fino al 1964 in 501 esemplari, quasi tutti in tinta "Biancospino", con l'emblema del Quadrifoglio sulle fiancate e sul cofano del bagagliaio e con la carrozzeria "snellita" per migliorare ancora di più le già ottime prestazioni fornite dal 1.570 cc bialbero dal basamento in alluminio e in grado di fornire una potenza di 112 CV per una velocità  massima di 190 km/h. Il ruolo della Giulia TI Super Quadrifoglio è di primo piano: costituì la base per lo sviluppo della leggendaria Giulia Gta, che regalò ad Alfa Romeo un decennio di successi in pista, in salita e nei rally.

Ad AutoClassica sarà presente anche un esemplare di prima serie della Alfetta 1.8, che venne presentata nel maggio del 1972 alla presenza di Juan Manuel Fangio, che con la "Alfetta 159" conquistò nel 1951 il suo primo dei cinque titoli mondiali di F1. Nuova evoluzione del concetto di "berlina sportiva" inaugurato un ventennio prima con la gamma 1900, la Alfetta presentava la particolarità del cambio e frizione transaxle al differenziale posteriore, con ponte De Dion. Il motore anteriore longitudinale da 1.779 cc erogava 122 CV per una velocità massima di 180 km/h. Prodotta in tre serie successive fino a tutto il 1984 e anche nelle cilindrate 1.6 e 2.0 (da aggiungere anche la versione Turbodiesel, prima vettura a Gasolio sovralimentata italiana, e l'interessante esperimento CEM del 1982 con disattivazione di due cilindri in base alle condizioni di carico e di marcia), anche la Alfetta 1.8 berlina prima serie conobbe l'esperienza sportiva, seppure come base per lo sviluppo della successiva 1.8 Gt.

Un altro modello - simbolo nella storia di Alfa Romeo è la 75: presentata all'inizio del 1985 per celebrare i 75 anni dalla nascita del marchio, sostituì la Nuova Giulietta e venne prodotta fino al 1992. Fra le novità tecniche portate in dote dalla 75, l'accensione "Twin Spark" a doppia candela per Cilindro e il debutto di un motore "turbo" prodotto in grande serie. Fu dalla Alfa 75 Turbo (1.779 cc, 155 CV, 215 km/h) e dalla versione "Evoluzione" del 1987 che nel 1988 venne impostata la Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione IMSA: caratterizzata da una carrozzeria con carreggiate allargate e un'aerodinamica affinata, con un vistoso Spoiler posteriore in fibra di carbonio, fu portata in gara in forma ufficiale in due edizioni del Giro d'Italia Automobilistico (1988 e 1989), vincendole entrambe.

Se vuoi aggiornamenti su ABARTH, ALFA ROMEO E FIAT A MILANO AUTOCLASSICA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 16 marzo 2016

Vedi anche

Alpine: passato, presente e futuro al Goodwood Festival of Speed 2016

Alpine a Goodwood

Il marchio di Dieppe protagonista dell'evento con una parata di Alpine A110, la A442B di Le Mans 1978 e la A460 LM P2 reduce dalla vittoria 2016.

Goodwood Festival of Speed 2016: tutte le supercar

Goodwood Festival of Speed 2016: tutte le supercar

Versioni speciali, hypercar e serie limitate: tutte le novità high performance di mercato che saranno presentate al Goodwood Festival of Speed.

"124 Spider Road": in un concorso le strade più belle d

"124 Spider Road": in un concorso le strade più belle d'Italia

La nuova Fiat 124 Spider protagonista di "124 Spider Road", progetto avviato con Google che fa vincere un viaggio a bordo della nuova "due posti".