Opel Monza e il servizio OnStar debuttano in Italia

Nel quartiere che solitamente ospita la Milan Fashion Week Opel ha presentato il prototipo Opel Monza e la piattaforma OnStar.

Opel Monza e il servizio OnStar debuttano in Italia

di Giorgio Dall'Olio

16 ottobre 2015

Nel quartiere che solitamente ospita la Milan Fashion Week Opel ha presentato il prototipo Opel Monza e la piattaforma OnStar.

A rappresentare il futuro di Opel nell’esposizione temporanea meneghina all’ “Opificio 31” sono tre le vetture esposte: la Nuova Astra a rappresentare l’ultima novità, la Monza, una concept car che mostra il futuro visto da Opel, e la prima Monza del 1979, per mostrare al pubblico i progressi fatti negli ultimi trent’anni nel mondo dell’automobile con una coupé sportiva dell’epoca.

La vera novità a livello di connettività invece consiste nel nuovo servizio di connettività e assistenza personale Opel OnStar, disponibile già su tutte le vetture Model Year 2016, eccezion fatta per la Karl, su cui è prevista a partire dall’inizio dell’anno prossimo, e la Nuova Astra, che ne è provvista dal debutto. Il sistema funziona in tredici paesi europei, quali Austria, Belgio, Francia, Germania, Regno Unito, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Spagna e Svizzera, mentre gli altri si aggiungeranno in un secondo momento.

I servizi previsti dal sistema riguardano innanzitutto la sicurezza: in caso di emergenza si può premere il tasto SOS, o in caso di incidente verrà fatta una telefonata automatica per assicurarsi che non ci siano feriti, o eventualmente fornire rapidamente soccorsi. Il call center OnStar sa sempre dove si trova ogni vettura tramite il segnale GPS, e può così anche fornire assistenza in caso di furto del veicolo, o una diagnostica a distanza in caso di malfunzionamenti.

È possibile ottenere anche indicazioni stradali o ricevere informazioni su punti di interesse nella zona con una semplice chiamata, in cui l’operatore poi potrà far apparire sullo schermo della vettura i dati indicati – questo, ovviamente, 7 giorni su 7 per 365 giorni all’anno.

Il tutto si basa su internet – e approfittando della connessione per il sistema si potranno collegare fino a 7 dispositivi all’hotspot Wi-Fi della vettura. I costi sono totalmente gratuiti per i primi 12 mesi dall’attivazione, e Opel OnStar è di serie sugli allestimenti superiori della gamma Opel – i costi una volta superato il primo anno di utilizzo verranno comunicati a breve. Il sistema è ormai imprescindibile per i clienti GM in paesi come Stati Uniti, Canada, Messico e Cina – oltre 7 milioni di persone hanno giá usato il sistema, per un totale di oltre 900 milioni di interazioni con il call center – di cui 100.000 per chiamate di emergenza ogni mese.

In aggiunta a Opel OnStar con i sistemi di infotainment Opel è disponibile l’ormai sempre più diffuso – ed estremamente comodo – Apple CarPlay, che consiste nella possibilità di poter visualizzare i dati del proprio iPhone sullo schermo del navigatore e così disporre delle funzioni dello smartphone come ad esempio navigazione, i comandi vocali “Siri”, messaggistica, musica salvata o in streaming (ad esempio usando “Spotify”)… e ovviamente per le telefonate.