Infiniti Q30: il debutto al Salone di Francoforte

Con la inedita Q30, Infiniti entra nel segmento C premium. Piattaforma Mercedes Mfa, trazione anteriore o integrale: sarà in vendita a fine anno.

Infiniti Q30: il debutto al Salone di Francoforte

di Francesco Giorgi

15 settembre 2015

Con la inedita Q30, Infiniti entra nel segmento C premium. Piattaforma Mercedes Mfa, trazione anteriore o integrale: sarà in vendita a fine anno.

Novità di rilievo per Infiniti al Salone di Francoforte 2015, che si apre in queste ore alla stampa (al pubblico l’ingresso è fissato da giovedì) per concludersi domenica 27 settembre: all’Iaa 2015, il marchio alto di gamma di Nissan presenta quello che, a buon diritto, è il modello di ingresso Infiniti nel segmento C premium: la inedita Q30 (già anticipata nei mesi scorsi), vettura con la quale, dal suo debutto previsto per fine 2015, il marchio giapponese intende confrontarsi con la concorrenza di segmento, particolarmente agguerrita nei mercati europei. Non a caso, la nuova Infiniti Q30 sarà costruita negli impianti Infiniti di Sunderland (Gran Bretagna), dove nei mesi scorsi – in virtù del programma di sviluppo della nuova Q30 – era stato annunciato un ampliamento delle linee produttive e un incremento di 300 unità per la forza lavoro. E c’è un’altra novità che viene portata in dote dalla nuova Infiniti Q30: è il primo modello a trazione anteriore per il “luxury brand” di Nissan: una soluzione, quest’ultima, sviluppata “per forza di cose”, dal momento che la nuova Q30 – frutto, lo ricordiamo, di un progetto congiunto fra la stessa Infiniti e il Gruppo Daimler – viene equipaggiata con organi meccanici Mercedes (e Classe A, Cla e Gla in particolare). Da qui si spiegano la collocazione trasversale del motore, la disponibilità della trazione integrale e le geometrie, mutuate da Mercedes Classe A: schema McPherson all’avantreno e multilink al retrotreno. Anche la piattaforma utilizzata per la nuova Infiniti Q30 è la Mfa (Modular Front-wheel drive Architecture), la stessa di Classe A e Classe B.

Riguardo al corpo vettura, la nuova Infiniti Q30 presenta dimensioni compatte: 4,42 m di lunghezza, 2,08 m di larghezza e 1,49 m di altezza, per un “passo” di 2.700 mm. La capacità del bagagliaio è di 368 litri. Da segnalare, grazie alle forme dell’abitacolo, un adeguato spazio al di sopra della testa di conducente e passeggero anteriore, e per le ginocchia degli occupanti i sedili posteriori. Tutto questo, indicano i tecnici Infiniti, senza trascurare un certo appeal sportivo, che all’interno della vettura si manifesta nella forma dei sedili con poggiatesta integrati, nella pedaliera in alluminio (a richiesta) e nel volante che può essere sostituito con uno “tagliato” nella zona inferiore. All’esterno, la nuova Infiniti Q30 si segnala per tre linee di allestimento: “standard“, Premium e Sport. La Infiniti Q30 in allestimento “Premium” prevede l’equipaggiamento con fendinebbia a Led, cerchi da 18″ e terminali di scarico quadrangolari; la declinazione “Sport” di Infiniti Q30 viene equipaggiata con paraurti dedicati, griglia anteriore verniciata in nero lucido, modanature laterali sottoporta, assetto specifico (ribassato di 15 mm) e cerchi da 19″.

La consueta cura Infiniti per il comfort di bordo si concretizza con l’adozione dei sistemi “Active Noise Cancellation” e “Active Sound Enhancement“, per eliminare rumori e fruscii durante le fasi di marcia attraverso l’emissione di onde sonore dagli altoparlanti e la gestione del comportamento dinamico nelle fasi di accelerazione; riguardo agli accessori, la nuova Infiniti Q30 viene proposta, di serie, con una ricca dotazione di dispositivi di assistenza alla guida: l'”Automatic Park Assist” completo di “Around View Monitor” e “Moving Object Detection“, “Blind Spot Monitoring” per gli angoli ciechi, il sistema “Forward Collision Warning” con “Forward Emergency Brakig“, il comando automatico degli abbaglianti “Auto High Beam Assist” e il “Cruise Control” attivo.

Le motorizzazioni che andranno ad equipaggiare la nuova Infiniti Q30 (relativamente ai modelli che saranno venduti in Europa) si articolano su un’unità benzina (1.6, declinato su due livelli di potenza: 122 CV e 200 Nm di coppia massima, e 156 CV – 250 Nm) e due turbodiesel (1.5 da 109 CV e 260 Nm, e 2.2 170 CV – 350 Nm). Come versione alto di gamma, e unico modello destinato agli Usa, ci sarà la 2.0 benzina, turbocompressa, da 211 CV. A seconda dei modelli, il cambio è manuale a sei rapporti oppure automatico sette rapporti a doppia frizione.